Curiosità
  • Durante una delle scene nel bosco appare la roccia nota come Half Dome, che si trova nel Parco Nazionale Yosemite, approssimativamente a 700 miglia dal confine di Washington.
  • Charlie, il ragazzo della posta celere, è un fan di Brennan-scrittrice e sta leggendo il suo ultimo libro intitolato “Bred in the Bone“.
  • Piccolo errore: Subito dopo che Bones scatta la foto al corpo di Ann Noves durante l’autopsia, si vede l’addome della donna muoversi.
  • Il dr. Rigby dice di non essere un poliziotto. La battuta risulta simpatica perchè Alex Carter, l’attore che lo interpreta, interpretava anche il ruolo di un poliziotto in Point Pleasant.
Riferimenti
  • Quando chiede ad Angela: “Se fossimo una squadra di calcio peruviana e precipitassimo nelle Ande, chi preferiresti mangiare? Me o Zach?” Hodgins si riferisce ai giocatori di una squadra uruguaiana di rugby che effettivamente precipitarono nelle Ande (catena montuosa del SudAmerica) e ad un certo punto erano talmente disperati da dover mangiare i propri compagni per sopravvivere.
  • Lo sceriffo Chris Scutter dice: “Vediamo spesso questo tipo di cose. I ragazzi vengono qui e fanno la loro versione di Blair Witch Project” riferendosi al film “The Blair Witch Project” in cui alcuni studenti di regia scompaiono nei boschi lasciandosi alle spalle indizi o strani ed inquietanti eventi accaduti prima della loro scomparsa.
    Il riferimento sarà ripreso nella puntata 2×10 “Il mistero nel bosco” (The headless witch in the woods).
  • La frase di Angela: “Quel che accade in Aurora rimane in Aurora” è un riferimento al famoso slogan turistico di Las Vegas che recita “Ciò che accade a Las Vegas rimane a Las Vegas
  • L’Hannibal Lecter a cui si riferisce lo sceriffo Scutter parlando di cannibali, era originariamente un personaggio del libro “Il silenzio degli innocenti” di Thomas Harris, diventato molto più famoso grazie all’omonimo film interpretato da Anthony Hopkins. Riferimento che, ovviamente, Brennan non coglie.
Writer’s block – Il blocco dello sceneggiatore

Ho scritto questo episodio per due ragioni: mi ha sempre appassionato il cannibalismo (e infatti ho scritto una tesi al riguardo, alla scuola di specializzazione post-laurea) e volevo vedere Brennan in un ambiente non familiare.
E’ fantastico vedere Brennan in una piccola città circondata da uomini attratti da lei.
Quando é giunto all’antropologia forense, il mio interesse scintillava all’idea di vedere segni di denti sulle ossa che si rivelavano causati da un umano e non da un animale.
Mi piaceva anche l’idea di Hodgins e Zack lottare per la stessa donna. Sapevo che risultato sarebbe stato per la grande televisione!

di Laura Wolner

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: