Fox, un network, un perché

Durante la messa in onda originale della stagione americana 2005/06, questo fu il primo episodio andato in onda dopo lo hiatus di ottobre, dovuto al baseball.
Il quarto episodio sarebbe dovuto essere “Condannato a morte” (The man on the death row), che però poi é divenuto il settimo. Non chiedetemi perché. Non ne ho idea.
Il mio consiglio resta sempre quello di vederveli nell’ordine giusto, se registrerete le puntate, le scaricherete o comprerete i dvd.
E’ importante comunque ricordare che, durante lo hiatus di ottobre, la Fox annunciò di aver ordinato per “Bones” nove ulteriori episodi, concedendole così di fatto una prima stagione completa.

IL CASO

E’ bello essere fuori città“, dice Booth, mentre lui e Brennan viaggiano verso Aurora, una minuscola città dello stato di Washington.
Oh, sì…” ribatte Brennan “…dove gli assassini danno le loro vittime in pasto agli orsi“.
Appunto. Nella pancia di un orso morto in quel di Aurora viene trovata una mano. Ed é evidente che é stata tagliata da qualcuno, prima di essere mangiata.
Scatta l’indagine.
Plot ancora un po’ debole, ma é un’occasione per cambiare ambiente e i dialoghi continuano ad essere brillanti e godibili, la dinamica tra i protagonisti si conferma frizzante.
E anche gli squints hanno i loro momenti.

i PROTAGONISTI: evoluzione, particolari, dinamiche

Ah, molti molti particolari da sottolineare sui nostri eroi, in questa puntata.
E non dimentichiamo che per la prima volta vediamo Booth in versione casual. Che é un gran bel vedere.
Cominciando proprio da Booth, scopriamo che l’FBI gli dà un tetto massimo di spesa molto più basso di quello di Brennan. Anzi, quello di Brennan é illimitato. Tanto che ad Aurora lei ha una camera con terrazzo e splendida vista, mentre lui é costretto addirittura a condividere il bagno.
Emerge anche a sorpresa un particolare del suo passato di cecchino: Brennan sta citando il Guatemala e lui le fa presente di esserci stato. Scettica, lei gli chiede cosa lo abbia portato laggiù…l’ecoturismo?
Già, questo é un altro lato di Brennan. E’ un tantino snob. A modo suo.
Ma la risposta incrina anche il suo sfoggio di superiorità: Booth é stato in Guatemala perché l’hanno mandato laggiù a sparare al cuore di un tizio. Prendi e porta a casa, Brennan.
Circa Brennan, appunto, abbiamo l’opportunità di ottenere qualche informazione sul suo famoso libro.
Charlie, il tipo da cui va a spedire i pacchi per il Jeffersonian, e che le fa una corte sfacciata (come parecchi altri uomini di Aurora), le chiede se lei fa tutte quelle cose che la sua eroina fa nel libro. Brennan si dimostra riservata sull’argomento. Lui precisa che non si riferiva al sesso, ma all’azione, però…se fa anche quelle altre cose è ottimo per lei e la persona con cui le fa.
Ergo, nel libro di Brennan devono esserci scene di sesso. E qui sorge una domanda: con chi lo fa l’eroina di Brennan?
Non credo con l’agente dell’FBI ispirato a Booth, altrimenti sono pressoché sicura che Booth non gliela farebbe passare liscia per questo.
Dai dialoghi emerge anche che Brennan non sa chi sia Hannibal Lecter e non conosce il film “Blair Witch Project”. E che forse…mmm…é in un periodo di urgenza biologica, perché alla fine dell’episodio dichiara di voler tornare ad Aurora in inverno perché Charlie le ha detto che si può sciare. Precisa che Charlie deve essere un buon sciatore, ha la struttura fisica adatta. Ho idea che Brennan non tornerà solo per sciare… Come ben detto da Angela: “Ciò che succede in Aurora, resta in Aurora“.
Nel frattempo, al Jeffersonian, tra Jack e Zack si consuma quello che Angela definisce lo scontro dei titani eccitati. I due gareggiano infatti per ottenere le attenzioni di Toni, la bella fanciulla che porta loro i pacchi inviati da Aurora. La battaglia sembra in parità per tutto l’episodio, ma ha un esito sorprendente che non anticipo.
Grazie a questi siparietti, comunque, apprendiamo che Zack Addy ha 24 anni.

Guarda chi si rivede…

Toni, la ragazza che consegna i pacchi, é interpretata da K.D.Aubert.
Forse il nome non vi dice nulla, ma é stata Nikki Wood, la seconda cacciatrice uccisa da Spike e madre di Robin Wood, nella settima stagione di “Buffy – The Vampire Slayer”.

La scena

Il ballo di Booth e Brennan al bar di Aurora. Una di quelle che ricorre maggiormente nei video musicali realizzati dai fan.
Vale la pena anche solo per la fantastica camicia blu di Booth. Che gli sta da Dio.

La battuta

Dr.Goodman: “E’ tempo di vivere un po’, Temperance. Di entrare in connessione con le altre persone…
Brennan: “Mi sta suggerendo di cogliere l’opportunità di fare sesso con Booth mentre siamo in viaggio?
Dr. Goodman: “Buon Dio, dov’é Freud quando ce n’é bisogno?

Il mio parere

Del caso non me ne è importato granché, ma l’episodio mi ha genuinamente divertita. E’ stato carino vedere Booth e Brennan in un ambiente diverso: l’atmosfera della piccola città e i boschi mi hanno rammentato un po’ i primi tempi di “X-Files”. E le avventure della coppia in trasferta sono state perfettamente bilanciate da quelle di Jack e Zack alle prese con Toni. Pollice su. La serie cresce episodio dopo episodio. E cresce bene.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: