Riassunto

Brennan e Zack si recano sul luogo di un incidente aereo. Non é un’indagine federale, lavorano senza Booth.
L’aereo precipitato era un volo del Ministero degli Affari Esteri con cinque passeggeri a bordo. La conta dei corpi però non corrisponde. Vengono trovati infatti anche dei frammenti non carbonizzati e Goodman rivela al gruppo che a bordo dell’aereo c’erano due comunisti cinesi, un uomo d’affari americano e i due piloti. Per cui, oltre ai frammenti, c’é anche un sesto corpo non identificato.
Goodman ordina di mettere da parte i frammenti, per il momento. Il Ministero degli Affari Esteri é particolarmente ansioso di scoprire chi fosse il sesto passeggero. Brennan scalpita. Sui frammenti sono stati identificati tagli riconducibili allo smembramento: le sembrano più interessanti ed urgenti delle vittime dell’aereo. Ma Goodman é irremovobile.
Per cui Brennan si rivolge a Booth. Pensa che i frammenti riconducano ad un omicidio.
I due vengono contattati da Jesse Kane, un giovane che sta cercando il padre scomparso cinque anni prima. Pensa che i frammenti d’osso possano appartenere al suo corpo. Una deduzione ricavata dalle sue indagini personali. La polizia ha ormai rinunciato ufficialmente alle indagini da quattro anni. Nonostante la reticenza di Booth, Kane assicura che non mollerà l’osso e continuerà a sperare che accettino la sua collaborazione.
Nel frattempo si fanno passi avanti sull’identità del sesto passeggero dell’aereo: si tratterebbe di una donna di razza caucasica, piccola di statura, tra i venti e i venticinque anni. Sorge il sospetto che potesse trattarsi di un'”intrattenitrice” speciale per i potenti sull’aereo. Questo spiegherebbe perché non risultava registrata.
I frammenti ossei invece suggeriscono che la vittima fosse un uomo di mezz’età e che possano essere vecchi di circa cinque anni. Alla luce di questo, Brennan decide di ricontattare Jesse Kane e chiedergli una foto del padre per poter in qualche modo confrontarla con i frammenti ossei.
Nel caso della scomparsa di Max Kane, la principale indiziata risulta essere Karen Anderson, la convivente dell’uomo, rimasta a vivere nella loro casa. Senza un alibi e con accesso al conto corrente di Max. Booth e Brennan decidono di andare a parlarle.
La donna racconta loro che Jesse la incolpa della morte del padre e rivela che Jesse e Max avevano troncato i rapporti da tempo, anche da prima che lei entrasse in scena. Max aveva tagliato le finanze a Jesse considerandolo un buono a nulla e il figlio si era infuriato.
In laboratorio emergono altri particolari sui frammenti: il corpo é stato congelato, smembrato e sminuzzato in un tritalegname.
Jesse ammette che il padre gli aveva tagliato i finanziamenti. Sostiene che aveva ragione. Chiede di vedere i frammenti. E si interessa anche al caso dei genitori di Brennan. Dalla ricostruzione realizzata da Angela, pare che i frammenti coincidano con Max Kane.
Continua l’indagine sui passeggeri dell’aereo ed emerge che i cinesi a bordo avevano bevuto e preso del Viagra e la ragazza misteriosa della cocaina.
Booth rintraccia il tritalegname più vicino al luogo della scomparsa di Max Kane e del ritrovamento dei frammenti. Lui e Brennan vanno a cercare un tale Ray Sparks, che lavorava alla ditta del tritalegname. Zack e Jack invece infilano un maiale congelato nel tritalegname per vedere in pratica come si disperderanno i frammenti.
Sparks dichiara di conoscere Karen Anderson, avendola vista al bar del campo da golf. Racconta anche di aver ereditato la casa dove vive dalla madre, cinque anni prima, insieme al fratello Frank. E ha un alibi per il periodo in cui Max Kane é scomparso: stava scontando sei mesi per guida in stato d’ebrezza.
Si prova ad estendere le ricerche al campo da golf e vengono ritrovati altri frammenti. Viene riscontrato un tumore begnino alle ossa. Jesse, intanto, viene arrestato per aver aggredito Karen Anderson. Booth in ogni caso é sicuro che l’uomo sia innocente. E la presenza del tumore prova, attraverso le sue cartelle mediche, che i frammenti ossei non appartengono a Max Kane.
Questo però annulla anche l’alibi di Ray Sparks. E se la vittima fosse suo fratello? Quello con cui doveva dividere la casa eredità?
Così é, infatti. Ben presto vengono a galla tutte le prove necessarie. Il morto é Frank Sparks.
Jesse viene rilasciato e deve ricominciare la sua ricerca. Anche Brennan riprende la propria e chiede a Booth di leggere il file della scomparsa dei suoi genitori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: