Riassunto

Mentre Booth ha guai sentimentali con Rebecca (la madre di suo figlio Parker), in un palazzo in costruzione viene trovata una vasca con dentro un corpo disciolto in liquidi corrosivi per la pulizia domestica.
La vasca viene portata via con il suo macabro contenuto. Le analisi determinano che si tratta di un maschio adulto affetto da osteoporosi. Attraverso una ricerca al computer, Angela individua casi di bambini della zona con una forma lieve della malattia. Uno di questi potrebbero essere il figlio della vittima, dato che la sindrome di tipo lieve é ereditaria.
La ricerca rivela un risultato sorprendente.
La vittima viene individuata, era un elettricista, ma aveva… due vite. Due famiglie, una nel Maryland ed una Virginia. Per una era Lawrence Seaver, per l’altra Lawrence Turner. Inquietante.
Le due mogli lo sapevano e potrebbero averlo ucciso o lo ignorano?
Difficile capirlo. E, nel frattempo, com’é morto Lawrence? Era vivo o già cadavere quando é stato messo a sciogliersi nella vasca?
Dai frammenti di teschio sembrerebbe che abbia ricevuto un forte trauma alla testa. Sarà la causa della morte?
Booth parla con Pete Valera, l’uomo che dirige i lavori al palazzo. Valera gli dice che aveva prestato 85.000 dollari a Lawrence per le attrezzature elettriche, per poi scoprire che Lawrence aveva acquistato materiale scadente e utilizzato i soldi per problemi personali. Questo lo pone tra i sospettati.
Restano sospettate anche le mogli. Sotto il nome Seaver, Lawrence aveva una polizza assicurativa sulla vita da mezzo milione di dollari, mentre sotto il cognome Turner aveva un testamento che lasciava tutto alla moglie.
Da sotto il tappo della vasca emerge il dito di un guanto di gomma che é scampato alla corrosione: ne viene ricavata un’impronta digitale, ma non corrisponde né alla signora Seaver, né alla signora Turner.
Dal luogo del delitto, intanto, emergono molti altri indizi. Un capello e anche un bastoncino orientale fermacapelli. Che Booth riconosce per averlo già visto in testa a Chloe, la segretaria di Valera. L’impronta nel guanto é la sua.
Booth e Brennan vanno a cercarla e non solo scoprono che é incinta, ma anche che é amica delle due mogli di Lawrence. Le tre donne raccontano di avere scoperto la verità per caso e di aver deciso di mettere alle strette l’uomo.
Ma raccontano anche di averlo trovato già morto. Per suicidio. Così lo hanno messo a disciogliere nella vasca e seppellito la pistola che lui aveva usato in uno dei loro giardini.
Però c’é un problema. Lawrence non può essersi sparato. Le condizioni del suo teschio suggeriscono che fosse già morto quando il colpo nella sua bocca é stato sparato. E la soluzione arriva grazie ad un ennesimo indizio: una capsula odontoiatrica. Appartenente a Pete Valera.
La verità é che Valera ha avuto una colluttazione con Lawrence a causa dei soldi che gli aveva prestato. Lawrence é caduto e il colpo, a causa della sua osteoporosi, gli é stato fatale. Valera, terrorizzato, ha simulato il suicidio.
Caso risolto.
Anche se la bufera sentimentale di Booth continua..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: