Trama e commenti alle sides

Scusate, ma per stavolta glisseremo sul caso, c’è troppo altro da raccontare riguardo ai personaggi.

In questo episodio finalmente conosceremo Jared Booth (interpretato da Brendan Fehr), fratello minore del nostro Seeley: affascinante, intelligente, di buone maniere e con senso dell’umorismo. Però!
Cam, ovviamente, in quanto ex fidanzata di Booth, lo conosce.
Brennan, a quanto pare, no, ma riconosce subito di riconoscere una familiare somiglianza e rincara:
La tua struttura facciale è persino più simmetrica e piacevole di quella di Booth
Lui, dal canto suo, invece, sembra conoscere Brennan, almeno di fama, perchè la saluta subito con il suo soprannome “Bones”. Quindi Seeley gli ha parlato di lei?
Entra Angela, che dapprima non si era accorta del nuovo arrivato, ma quando lo vede non nasconde il suo apprezzamento: “Whoa! Esiste più di un Booth?” gli dice squadrandolo “Sono Angela Montenegro“.
Beh, sì, lei è Angela, esattamente la stessa Angela che in questo stesso episodio chiede di non essere ‘etichettata’ solo perchè nell’episodio precedente ha avuto un ritorno di fiamma con una sua ex-fidanzatA. E’ fatta così. :)

Ma torniamo a Jared: si trova a Washington (dove sembra abbia una casa, ma non si capisce se resterà o è solo di passaggio) per presenziare nientepopòdimenochè a un cocktail party alla Casa Bianca (!!!).
Ah già, non ve l’ho detto: questo fratellino di Booth sembra essere davvero un pezzo grosso, è infatti un Tenente Comandante della Marina ed è appena stato promosso Capo dei Piani Strategici o qualcosa del genere al Pentagono. Però! Niente male davvero!
Il cocktail party alla Casa Bianca è probabilmente per festeggiare la sua promozione, ma non viene specificato, fattostà che Jared ha bisogno di avere una bella donna al suo fianco.
Preferibilmente una molto intelligente“.
Cam ne sarebbe onorata.
E Brennan subito ribatte: “Io sono alquanto intelligente“…invidiosa, Bones?
Ma la cosa finisce lì, almeno per quel che ne sappiamo noi, e Jared dà appuntamento a Cam per le 7.

Ma ta-dan, si apre il terzo atto e…indovinate chi è andata alla Casa Bianca? Brennan.
Non chiedetemi perchè, non saprei dirvelo, ma vi assicuro che ci avrei scommesso!

Brennan siede ad un tavolino ed è bellissima. La stanza è piena di persone importanti di ogni genere. Jared, nella sua uniforma da Tenente Comandante, parla con alcuni uomini più anziani in uniforme e questi ridono a qualcosa che lui dice…poi si scusa e si dirige verso Brennan, porgendole un drink.
Jared: Non dirmelo…sei pentita di essere venuta.
Brennan: Affatto.  […] Booth sarebbe annoiato.
J: Questo tipo di eventi innervosiscono Seeley. Tutto quello che riesce a vedere è come le cose potrebbero andare male. Non dico che sia incapace. No, lui è molto molto capace. E’ solo che Seeley…beh, lo sai. Sei la sua partner.
B: Sapere cosa?
J: Sono certo che lo hai visto anche tu. Ogni volta che gli capita qualche grande occasione tra le mani…la getta via.
B: <non capisce la metafora>
J: E’ come se Seeley fosse spaventato dal successo. Lui sta nella sua tranquilla “zona di conforto”. Mandava mio padre ai pazzi.
B: Davvero?
J: Forse è questo che faceva di lui un buon cecchino. Non voleva essere visibile oltre la cresta. Così teneva bassa la sua testa. Istinto. Io? Non ce la faccio a non scavalcare quella cresta.
B: Puoi farmi un esempio?
Jared si protende in avanti e la bacia.
J: Scommetto che Seeley non si è mai preso questo rischio.
Brennan ride, brindano e poi bevono.

Ok. Grande shock, vero? Eppure temo che ci sarà dell’altro. O almeno questo è quello che un altro paio di elementi suggeriscono… Giudicate voi stessi.

Qualche pagina dopo, Jared va in ufficio di Seeley, che però non c’è. Trova invece Sweets, che quando posa sulla scrivania dei biglietti per la partita di Hockey dei Capitals (la squadre di hockey di Washington. Booth in realtà tifa Flyers, cosa che Sweets non manca di denotare) gli chiede se siano un regalo per il compleanno di Seeley perchè lui (Sweets) non gli ha ancora regalato nulla. (Ebbene sì, il compleanno di Booth è in inverno, tra novembre e dicembre, come da calcoli!) Ma Jared risponde:
Mio fratello non ama i regali di compleanno. Questi sono più un ringraziamento. O una scusa. Sai com’è con i fratelli…
Ammetto che questa frase mi ha parecchio disorientato. Forse perchè non conosco tutti i fatti.
Però aspettate. La scena non è finita.
J: “Avere un fratello maggiore è come avere un altro padre, solo un padre che può leggerti nel pensiero e che non potrai mai impressionare
S: “Ho lo stesso problema con Booth
J: “Non c’è niente di peggio di qualcuno che pensa sempre di avere ragione…e poi ha ragione. Giusto?
Voi come la interpretate tutta la questione? Secondo me l’ipotesi più plausibile è che Seeley aveva intuito che Jared avrebbe voluto provarci con Bones e lo aveva dissuaso dal farlo, predicendo che non sarebbe andata come avrebbe voluto lui, ma Jared ha voluto comunque fare di testa sua sperando di poter impressionare il fratello, che invece ha finito per avere ragione (…quindi le cose tra Jared e Brennan non sono andate un granchè?), quindi Jared, resosi conto del suo sbaglio, vuole ringraziare il fratello del consiglio e scusarsi per non averlo seguito. Può filare come ragionamento, no? :)

Però… c’è un però. Qualche pagina ancora e troviamo un’altra frase che ci da non poco da pensare:
Booth guida, perso nei suoi pensieri. Brennan vorrebbe affrontare il tacito casino (letteralmente “unspoken mess”) che si è creato tra loro, ma non sa come fare.
Ahia. Ma quindi Tra Jared e Brennan qualcosa è successo? Intendo più del bacio. Un solo bacio potrebbe creare un “unspoken mess”? Ma quindi le scuse di Jared a Seeley erano per questo indecifrato qualcosa accaduto tra lui e Bones?
Che casino, non ci si capisce niente!
Forse è meglio aspettare altre anticipazioni prima di costruire castelli in aria, che ne dite? ;)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: