Recensioni
  • Riesco solo a dire “episodione”! E’ stato tutto così … concitato!
    (Cris.Tag)
  • Hanson & C hanno usato questo rapimento per analizzare un pezzo di passato di Booth, per raccontare qualcosa in più delle sue paure al pubblico, per metterlo di fronte a una verità (che ama Brennan anche se non glielo ha detto), per togliergli un peso, per mostrarci quanto Brennan tiene a lui, ecc, ecc, ecc.
    E in tutto questo, chiaro come il sole, il GD era solo la cornice, un ingranaggio.
    (Dreamhunter)
  • Adorabile Brennan in questo episodio. Non solo tutto il suo dolore per Booth é evidente, ma, poverina, deve affrontare anche i suoi stessi incubi, dopotutto era stata sepolta viva anche lei. Se vediamo Hodgins tirare fuori solo una rabbia cieca che non tiene più conto dei limiti e delle misure, Brennan DEVE farsi carico di mettere da parte la sua, di rabbia, per poter fare le scelte più giuste.
    (Ales2004)
  • Credo che Teddy Parker sia, letteralmente, l’incarnazione del senso di colpa di Booth. C’è una battuta in cui questa cosa è evidentissima, mentre Booth sta salendo le scale verso la coperta Teddy gli dice:
    Puoi mettermi giù, Sergente. Lasciami andare. Non devi più portarmi“.
    Ovvero: Non devi più portarti appresso questo peso (nella scena è il suo corpo, ma figurativamente è il senso di colpa per la sua morte) che ti porti dentro da tanti anni… puoi lasciarlo andare.
    (xhio)
  • Se Teddy è la spalla di Booth, Angela è la spalla di Brennan. Cerca di consolarla, anche se Bones la respinge, per poi spronarla a consegnare la prova a Gravedigger per salvare Booth, anche se non è etico.
    (crisssbit)
  • Bello lo spirito di gruppo degli squints suggellato dalla frase di Hodgins: “Nessuno fa niente da solo. Vega era solo…
    (xhio)
  • Unica piccola nota di demerito: la marginalità di Sweets, che in questo episodio si vede poco, a parte quella sua fenomenale entrata nell’appartamento di Booth, armato di tacco!!
    (crisssbit)
  • Penso che Booth lo sapesse anche prima, ma qui Teddy lo obbliga proprio a confrontarsi con i suoi sentimenti e soprattutto a dar loro un nome. Amore.
    (Ales2004)
  • Jared, decisamente migliora e anche io credo che le parole di Bren lo colpiscano per davvero e che la aiuti per quello
    (omelette73)
  • Perotta: marginalissima, per fortuna. Proprio non c’era spazio per lei qui.
    (crisssbit)
  • Molto bello anche il fantasma di Teddy e Booth che si libera e riemerge, anche in maniera simbolica, da un abisso di sofferenza.
    (Ales2004)
  • L’abbraccio, (…), era davvero un momento culminante dell’episodio, il sollievo del salvataggio.. dai pochi secondi si capisce che più che un abbraccio “romantico” è un abbraccio di sollievo, di “consolazione”, la prova tangibile che le paure che ti hanno divorato fino a quel momento le puoi mettere da parte, è tutto finito.
    (xhio)
  • Booth ed il suo costante senso di colpa, che si affievolisce a fine episodio, con l’ammissione che “No, la morte di Teddy non è stata colpa sua”
    (omelette73)
  • Brennan vede Teddy: vuol dire che ormai Brennan “capisce” i fantasmi e gli incubi di Booth perchè Booth si sta finalmente aprendo con lei, e sono davvero in sintonia.
    (Ales2004)
  • Questa cosa di Teddy che compare a Brennan alla fine dell’episodio è decisamente simbolica, perché lei non sa chi sia quella persona che le passa davanti, e poi mi è piaciuta infinitamente questa cosa dell’amore non detto: Booth è con quello di Parker, e Parker è con quello di Booth…
    (Cris.Tag)
  • (In riferimento alle luci e ombre dell’episodio) l’ho trovata una nota positiva.
    Esprimeva perfettamente, nel caso di Booth, le ombre e i chiaroscuri dell’inconscio (ho apprezzato molto tutte le scene in cui il suo volto nei dialoghi passava dall’ombra alla luce). Non so se fosse voluto, o se sia stato un caso, ma comunque sia l’ho trovata perfetto, come una metafora visiva.
    Stessa cosa per le scene di Brennan: l’illuminazione spesso comunicava proprio l’angoscia, l’ambiguità e il dibattimento di emozioni e sentimenti.
    Non a caso guardate che splendida luce alla fine: le ombre sono state spazzate via, è bello essere vivi.
    E questo è ancora più evidente se si considera l’ombra di prima.
    (Dreamhunter)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: