Titolo

Il gioco di parole del titolo originale “The end in the beginning” (ovvero “La fine nell’inizio“) è la chiave di lettura dell’intero episodio e come tale ANDAVA lasciato com’era.

Vi spieghiamo il perchè.

Come lo stesso Hart Hanson, creatore della serie, ha dichiarato, il titolo era un chiaro riferimento a come si ‘concluderanno’ (“the end“, la fine) le vicende di Booth e Brennan (ovvero staranno insieme e vivranno felici e contenti) mostrato all’inizio dell’episodio in questione (“in the beginning“).

[ Seguendo stesso ragionamento, tra l’altro, l’episodio finale della quinta stagione (5×22) è stato intitolato “The beginning in the end”… ]

“Sogno e realtà”, invece, è un titolo decisamente fastidioso in quanto già dà l’idea di un qualcosa di onirico, non reale, prima ancora che lo spettatore inizi a vedere l’episodio, e questo in qualche modo diminuisce anche la sorpresa finale quando scopriamo che tutta la storia vista altro non era che l’intreccio delle storie vissute da Booth durante il coma e scritte da Brennan per il suo libro.

Scheda Adattamento

Versione italiana
Voce narrante di Hodgins
: Dicono che si vive una volta sola. Ma chi lo dice si sbaglia di grosso, non è questa la realtà.
[***]
Voce narrante di Hodgins
: Si avvicina una tempesta, è ancora lontana all’orizzonte. Ma c’è elettricità nell’aria. I due sono consapevoli della turbolenza che sia avvicina? Sentono il rumore delle scintille nel vento? O sentono solo la forza della loro attrazione?

Versione originale
Voce narrante di Hodgins
: People say, “You only live once.” But people are as wrong about that as they are about everything.
[***]
Voce narrante di Hodgins
: A storm approaches. It is still over the horizon, but there is lightning in the air. Are either of them aware of the gathering turbulence? Can they feel the crackle of electricity in the wind? Or are they aware of only the power that they generate between themselves?

Versione corretta
Voce narrante di Hodgins
: La gente dice “Si vive una volta sola”. Ma la gente si sbaglia su questo come si sbaglia su tutto il resto.
[***]
Voce narrante di Hodgins: Si avvicina un temporale. E’ ancora lontano all’orizzonte, ma i fulmini illuminano il cielo. Loro due sono consapevoli di questa turbolenza incombente? Riescono a sentire il crepitare dell’elettricità nel vento? O sono consapevoli solo dell’elettricità che generano fra di loro?

La traduzione non è necessariamente errata, sebbene forse la scelta di un’altra terminologia sarebbe stata più appropriata a questo strepitoso incipit di episodio. L’uso di colloquialismi come “chi lo dice si sbaglia di grosso”, della versione tradotta, certamente non rendono però giustizia al testo originale. Per non parlare della voce di TJ Thyne, voce narrante, che con toni delicati e sensuali, ci introduce a questo strano e inaspettato finale di stagione con un pathos e un coinvolgimento che, dispiace dirlo, manca nella versione tradotta.

**************************

Versione italiana
Vincent
: No, no , no. Io sono inglese, va bene. Noi non usiamo le pistole, usiamo la testa.

Versione originale
Vincent
: What- Oh-oh! Okay, I’m English, all right? We don’t use guns. We use our foreheads.

Versione corretta
Vincent
: Okay, sono inglese, d’accordo? Noi non usiamo le pistole. Noi diamo testate.

La traduzione lascia un’ambiguità che non esiste nella versione originale. Dire “usiamo la testa” può far intendere la frase come “ragioniamo”. Invece Vincent è assolutamente letterale, intende che gli inglesi usano fare a testate. C’è un ovvio riferimento al primo episodio della quarta stagione in cui Booth e Brennan sono Londra e Booth non fa che lamentarsi del fatto che tutti gli inglesi che hanno attaccato briga con lui l’abbiano fatto tentando di prenderlo a testate.

**************************

Versione italiana
Hodgins
: La mia teoria è che pistola sia della vittima. Per me l’assassino gli ha strappato la pistola, gli ha sparato al petto e ha nascosto l’arma qui, contando che Vincent sarebbe andato del panico e l’avrebbe gettata via perché… beh, è evidente.

Versione originale
Hodgins
: My theory, it’s the murder victim’s gun. Taken away from him by persons unknown, who shot him in the chest then hid it here thinking that Vincent would find it, panic and throw it away, because he’s, well… English.

Versione corretta
Hodgins
: La mia teoria? Quella è della vittima dell’omicidio. È stata sottratta all’uomo da persone sconosciute che gli hanno sparato al torace e poi l’hanno nascosta qui pensando che se Vincent l’avesse trovata, sarebbe andato nel panico e l’avrebbe gettata, perché lui è, beh… inglese.

Ho riportato tutta la teoria esposta da Hodgins sull’omicidio, ma la differenza sostanziale è alla fine. Lui infatti non dice che il motivo per il quale Vincent sarebbe potuto andare nel panico sia “evidente”. Dice letteralmente che sarebbe andato nel panico perché è inglese. Alimentando lo stereotipo dell’inglese un po’ femminuccia che scappa terrorizzato.

Il riferimento è completamente eliminato dalla resa in italiano.

**************************

Versione italiana
Angela
: Ehi. È assurdo. Assurdo. Assurdo.

Versione originale
Angela
: Hey. Awkward. Very awkward. Awkward.

Versione corretta
Angela
: Ehi. Imbarazzante. Molto imbarazzante. Imbarazzante.

Molto semplicemente “awkward” non significa assurdo, ma imbarazzante o, riferendosi ad una situazione, si usa awkward per dire che tale situazione sia delicata.

**************************

Versione italiana
Jared:
Tu non usi la testa. Credi ancora che il vostro sia vero amore.

Versione originale
Jared:
But you don’t see it because you don’t use your head. You think everything that you feel is true.

Versione corretta
Jared:
Ma tu non te ne sei accorto, perché non usi la testa. Pensi che ogni cosa che provi sia vera.

Jared non dice affatto al fratello che sia un illuso a pensare che quello tra lui e sua moglie sia vero amore. In un episodio in cui ogni inquadratura ed ogni parola ha un senso ben preciso, la frase andava assolutamente tradotta in maniera letterale. Cioè “pensi che ogni cosa che provi sia vera”. In questo caso usare queste specifiche parole, considerando che sapremo alla fine che ciò a cui stiamo assistendo è la visone del racconto scritto da Brennan al computer, unito al sogno/coma di Booth, queste parole hanno una certa importanza. E’ come se ci fosse un aperto riferimento al fatto che ciò che Booth sta vedendo, il suo matrimonio con Brennan, il fatto che presto avranno un bambino, siano solo frutto della sua immaginazione, qualcosa, appunto che lui, Booth, “pensa sia vera.”.

La versione tradotta in italiano non permette di fare questa considerazione.

**************************

Versione italiana
Booth
: No, gli ho detto che se non ci lascia stare lo ammazzo e mi ha creduto.
Brennan
: No, lo hai detto a Max, giusto?
Booth
: Sì.

Versione originale
Booth
: No, I told him if he doesn’t leave us alone, I’d kill him, and he believed me.
Brennan
: You mean, you told Max to tell him.
Booth
: Yeah.

Versione corretta
Booth
: No. , Gli ho detto che se non ci lasciava in pace, lo avrei ucciso e mi ha creduto.
Brennan
: Intendi, hai detto a Max di dirglielo.
Booth
: Già.

Nella versione italiana non si capisce, a causa della traduzione, che sia Brennan che Booth abbiano capito che Max ed il Becchino, a cui si fa riferimento nel corso dell’episodio, siano la stessa persona. Sembra semplicemente che Brennan corregga Booth, mentre nella versione originale lei dice espressamente “intendi, hai detto a Max di dirglielo”, seguito dal “già” di lui, che fanno intendere la verità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: