In questo episodio la questione è: come può uno scienziato essere un credente?
Qui viene introdotta una questione essenziale per la nostra epoca, ed è un altro aspetto dello scontro tra scienza (qui intesa come scientismo) e filosofia, di cui, però, ho già scritto altre volte, per cui non vi annoio ulteriormente.

Quella che Cam, Angela ed Hodgins pongono è una questione tipica del bigottismo laicista, il quale nella realtà ha solitamente atteggiamenti e prese di posizione ben differenti da quella che ci viene presentata. Quello che ho ammirato, è stato il coraggio di Hanson & Company di far citare dai loro personaggi versetti del Corano che abitualmente per il politically correct non vengono mai ricordati.

Di fronte a temi di così capitale importanza, è ovvio che la risposta viene lasciata alla libertà degli spettatori, ma essi sono suscitati, diventano momenti importanti della serie.

A me questo piace molto, perché mi viene a confermare che Bones ha molto altro da dire oltre al rapporto B&B, il che non implica che non apprezzi quest’ultimo nella dovuta maniera.

<< Leggi riflessione precedente || Leggi riflessione successiva >>

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: