• È un episodio di transizione, ma che nel complesso ho trovato piuttosto carino, rispetto ad altri episodi di questo tipo.
    (mary1983)

  • Il caso era particolarmente minuzioso e ridondante in dettagli tecnici, insomma, la mano della Reichs si faceva sentire e come!
    (elis@89)
  • Ho letto tutti i libri di Kathy Reichs e per quanto mi piaccia come scrittrice, ha un suo stile definito che a volte tende ad essere pedante. Ho trovato tante scene in questo episodio che riflettono quella ricerca della minuzia che però toglie ritmo e velocità all’episodio.
    (Ales2004)
  • Per quanto sia di richiamo che la Reichs abbia scritto per la serie, certamente hanno deciso di non “affidarle” troppo il destino dei nostri beneamati protagonisti. Scelta saggia, perché, per quanto brava sia, non potrà comunque conoscerne tutte le sfumature.
    (omelette73)
  • Sweets che entra nell’ufficio di Booth carico dei volumi di trascrizioni del processo di Salem e dice a Booth “I know my witches” prima di far cascare tutto rovinosamente e di attivare in Booth da modalità “daddy”. Amo questo duo…
    (PenelopePepe)

  • Clark che sente la mancanza di Hodgins e che lo prende a modello è molto interessante; ma mi incuriosisce ben di più Brennan che giustifica l’errore di identificazione dell’osso di pipistrello da parte di Clark… sono ancora senza parole… la Brennan di una stagione fa non avrebbe perdonato una cosa del genere.
    (PenelopePepe)
  • Quando Angela e Jack, l’uno di fronte all’altra, si ripetono a vicenda le parole con le quali si sono lasciati, non ci dicono davvero il perché ciascuno le abbia dette, si limitano a confessare di essersi pentiti di averlo fatto. Ho trovato davvero bella questa scena, questa su tutte, devo dire.
    (omelette73)

  • Mi ha stupito il matrimonio così di fretta, pensavo avremmo dovuto aspettare la prossima settimana, ma in fondo anche questo ha un suo perché a mio avviso. Jack e Angela nel vivere la loro storia d’amore hanno sempre agito d’impulso, di fretta, quasi a cercare di bloccare quel momento nell’attimo stesso in cui lo vivono!
    (elis@89)
  • Scena finale: L’ho trovata calda, familiare, rassicurante e ricca di ogni singolo elemento che ci fa amare Bones e questi due personaggi in particolare.
    (PenelopePepe)

  • B&B carini. Nulla da segnalare, fino a che non si arriva qui.
    “Ho desiderato tu trovassi la felicità.”
    “Non so cosa significa.”
    Ecco, quella frase, mi ha gelato il sangue nelle vene. È di una tristezza infinita e la summa di tutti i modi in cui si potrebbe descrivere questa donna o le sue reazioni. Lei, semplicemente, non sa come essere felice e non sapendolo, ha scelto di non trascinare Booth in questo baratro. Triste davvero molto, molto triste. E per questo finisci per volerle persino più bene.
    (omelette73)
  • Che dire bellissima tutta la scena… e il desiderio di Booth in verità è già reale ed è reale da molto tempo ormai perchè l’amore, le risate, l’amicizia, i propositi e i balli sono quello che tutte e due condividono da anni!!
    (laraffa)
  • Poi ovviamente sappiamo che lui ha omesso di dire a Bones una parte del desiderio, che in realtà era: ‘Desidero di essere la TUA felicità
    (elis@89)
  • Ho avuto l’impressione che fosse una promessa, più che un augurio. Chissà.
    (Rob 89)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: