Brennan (sollevando un serpente): Trovo interessante il fatto che sono spaventata dai serpenti solo quando vicino c’è Booth a cui saltare addosso.

********************

Caroline: Hai detto che il tuo entomologo e il tuo antropologo non sono bravi, giusto? E se ti dicessi che ti ho trovato i migliori? Insieme a un poliziotto che ti aiuterà invece di incolparti?
Cam: L’antropologa migliore è in Indonesia, il poliziotto migliore in Afghanistan e l’entomologo migliore è in Francia.
Caroline: Li ho fatti tornare tutti.

********************

Bones: Allora, era pericoloso l’Afghanistan?
Booth: No, più che altro mi occupavo di amministrazione.
Bones: Perché mi sembri armato molto pesantemente in questa foto.
Booth: E tu invece? Cacciatori di teste, o magari cannibali?
Bones: Daisy ed io siamo state aggredite da dei guerriglieri armati, ma io gliene ho suonate di santa ragione e così siamo riuscite a scappare.
Booth: Hai picchiato dei guerriglieri armati?
Bones: Ho dovuto. Tu non eri lì a salvarmi.
Booth: Aw, Bones!

********************

Brennan: Avrò bisogno di aiuto (per risolvere il caso) […] Chi è disponibile?
Cam: Nessuno.
Brennan: Nessuno?
Sweets: Vincent Nigel-Murray ha vinto un milione di dollari a “Jeopardy!” e in questo momento sta facendo il giro del mondo.
Cam: Il signor Vaziri ha cambiato dottorato, da antropologia forense a culturale. Ora fa il tirocinante ad Baghdad Museum.
Caroline: Fisher è in una clinica a curarsi la depressione. Il dottor Edison ha accettato un incarico a Chicago.
Brennan: E Wendell invece?
Sweets: Da quel che ne so, lavora in un’officina.
Brennan: Cos’è successo? Tu non sei più al Jeffersonian, tutti i miei tirocinanti sono spariti.
Cam: E’ successo che tu hai messo i tuoi desideri prima di tutto il resto e te ne sei andata.
Brennan: Sei arrabbiata con me?
Cam: Si, sono molto arrabbiata, dottoressa Brennan. Avevamo una gran cosa e tu… hai lasciato che morisse

********************

Caroline: Quindi siete indubbiamente, assativamente sicuri che non si tratti di Logan Barlett?
Booth: ‘Assativamente’ non esiste.
Brennan: Si, siamo sicuri.
Caroline: Quindi voi tornate dagli angoli più sperduti della Terra, oltre i dintorni più remoti di Timbuctu, e risolvete il caso in un baleno?
Brennan: Un baleno?
Caroline: Tre batter d’occhio e un cha-cha.
Booth: Cha cha cha!

********************

Wendell: Dottoressa B, le dispiace se le chiedo perché continua a guardare la lastra?
Brennan: Perché ho la fastidiosa certezza che i miei occhi stiano guardando qualcosa che il cervello rifiuta di elaborare.
Wendell: Il suo cervello non dovrebbe essere quello intelligente? <Ad Angela, che si sta avvicinando> Ehi Ange, vuoi qualcosa da mangiare?
Angela: Si, certo ma… la vorrei a Parigi. <Guarda Brennan> I suoi occhi stanno di nuovo litigando con il suo cervello?
Wendell: Già. Uno scontro fra Titani

********************

Angela: Tesoro? Tesoro, potrei avere un po’ di attenzione?
Brennan: Sì… sì. E’ bello rivederti. Perchè sei la mia migliore amica e ti voglio bene come a una sorella. O almeno lo presumo… non avendo una vera sorella da usare come riferimento.
Angela: Certo, sì. Sì, lo so. Allora… come va tra te e Booth? E’ strano rivederlo?
Brennan: Non è strano. E’ molto bello.
Angela: Ha fatto riemergere dei sentimenti sopiti? Cose del genere?
Brennan: Booth ha trovato l’amore in Afghanistan.
Angela: Oh, tesoro, mi spiace tanto.
Brennan: Perchè? Sei innamorata di Booth?
Angela: Un po’, ma… non era quello che intendevo. Non dirmi che sei felice che abbia trovato un’altra?
Brennan: Sono molto contenta per lui. Una coppia romantica e impegnata è proprio il tipo di relazione di cui Booth sembra aver bisogno per essere felice.
Angela: Non hai proprio pensato a Booth mentre eri via?
Brennan: Sì, ci ho pensato. In realtà, alcune volte… l’ho sognato.
Angela: Bene, ecco. I sogni sono molto significativi.
Brennan: Sogno del lavoro che facciamo. Sogno di arrestare gli assassini e dare giustizia alle persone uccise. Che significa?
Angela: Significa che morirai sola e senza amore.
Brennan: Non riesco a seguire il tuo ragionamento.

********************

Brennan: Trovo tutto questo rassicurante.
Booth: Cosa?
Brennan: Noi, seduti così, che andiamo a controllare una potenziale scena del crimine. Tu che ti rifiuti di allacciare la cintura.
Booth: In caso di emergenza, non voglio sprecare tempo prezioso… cercando di slacciare il gancio.
Brennan: Un uomo d’azione.
Booth:  Esatto. Come un gatto della giungla.
Brennan: No, dovresti dire “come una pulce”, riferendoti a riflessi fulminei.
Booth: Non dirò che sono come una… pulce.

********************

Booth: Rimettiamo insieme la vecchia squadra di nuovo?
Brennan: L’ho sognato.
Booth: Sul serio? Oh, oh, stai dicendo che l’hai sognato, letteralmente. Bene. Quindi sei aperta all’idea?
Brennan: E’ un fatto antropologico che in qualunque comunità di individui, c’è un perno, o personalità chiave.
Booth: Intendi il leader?
Brennan: Di solito no. Per lo più è solo un membro del gruppo, che altrimenti sembrerebbe invisibile, ma quando lei va via, il gruppo si disintegra.
Booth: “Lei”?
Brennan: Sì, è ovvio che sono io la personalità chiave nel nostro gruppo.
[…]
Boorh: Va bene, la domanda è: sei tornata?
Brennan: Beh, preferirei tornare a Maluku… ma sento che, essendo la personalità chiave, dovrei anteporre il bene del gruppo ai miei desideri egoistici.
Booth: Ottimo, quindi resti?
Brennan: Sì.
Booth: Bene. Brava. Devi solo far tornare Hodgins e Angela, ok? Convinci il Jeffersonian a ridarci il laboratorio, e poi rintraccia i cervelloni junior.
Brennan: E’ una lunga lista di incarichi difficili.
Booth: Beh, non è poi tanto semplice essere il perno, vero?

********************

Booth: Perchè risolviamo crimini… solo quando abbiamo un cadavere?
Cam: Parli sul serio? Perchè io sono una patologa e lei è un’antropologa forense. <Indicando se stessa> Morti recenti; <Indicando Brennan> Morti datate.

********************

Caroline: L’intera Scooby Gang* è tornata!
[*= Scooby Gang è il nome con cui veniva chiamata la “squadra” di Buffy l’ammazzavampiri]
Booth: Proprio così. Rieccoci qua.
Caroline: Così deve essere.Se hai qualcosa di magico, non lo spargi per tutto il pianeta, devi concentrarlo in un posto solo. <a Booth> Non c’è un solo tutore delle forze dell’ordine sano di mente che potrebbe lavorare assieme a questi qua.
Booth:  Certo. Sono la personalità chiave.  Sono io il perno.
(Booth si allontana. Brennan fissa Caroline)
Caroline: Cos’è che stai fissando?
Brennan: Lei.
Caroline: E perchè?
Brennan: Perchè è lei il perno. Ci ha fatto tornare tutti qui e poi ha fatto in modo che ci rimanessimo.
Caroline: Non so proprio di cosa tu stia parlando, dottoressa Brennan.
Brennan:  Grazie.
Caroline: Prego.

********************

Booth: Bentornata a casa, Bones.
Brennan: Grazie. Bentornato a casa, Booth.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: