Episodio girato in ordine di produzione come 609, ma già scritto e pensato per essere in realtà il 6×08 in ordine di programmazione, quindi la cosa praticamente non si nota.
Titolo: “The Twisted Bones in the Melted Truck”, letteralmente: “Le ossa ritorte nel camion sciolto”, che grazie ai nostri adattatori è diventato un fantasioso “Le ossa non mentono mai”.

La prima scena con B&B li vede sulla scena del ritrovamento del corpo, intenti a esaminare quello che resta di un incendio di un camion. Con loro è presente un investigatore di incendi dolosi.

BRENNAN
In qualità di investigatore di incendi dolosi lei dovrebbe sapere che ogni incendio ha un punto di ignizione.
INVESTIGATORE
(con un sorriso) Non se è stato colpito da un asteroide.

Nonostante l’investigatore stia -ovviamente- scherzando, Brennan lo prende letteralmente.

BRENNAN
Questa ipotesi è assurda. Anche per un asteroide di un diametro di soli cinque metri che colpisse la terra alla velocità della bomba atomica caduta su Hiroshima. Causerebbe un cratere enorme. E non c’è nessun cratere.
INVESTIGATORE
(a Booth) Dice sul serio?
BOOTH
Sempre. Stava scherzando, Bones. Sull’asteroide.
BRENNAN
Oh. Ooooh. E’ divertente perché è una teoria talmente assurda.

Ride e poi dà una pacca sul braccio all’investigatore.

BRENNAN
Bella battuta.

(…) Brennan nota una polvere bianca che circonda buona parte delle macerie.

BRENNAN
(all’investigatore) Questa polvere bianca… Immagino sia del residuo ignifugo utilizzato per controllare l’incendio. Anche se potrebbe trattarsi dei resti di una tormenta di neve molto localizzata.

Ridacchia. L’investigatore la osserva. Brennan, ancora divertita, spiega la sua battuta:

BRENNAN
La probabilità di una bufera di neve è ancora più remota di un asteroide che colpisce la terra. Capita?
INVESTIGATORE
Certo. Sto ridendo dentro. Non è un ritardante. Nel tempo in cui i pompieri sono arrivati sulla scena l’incendio si è estinto da solo.

Intanto, la parte deformata del camion si rimuove completamente e cade a terra, rivelando la vittima. Per la prima volta vediamo chiaramente lo scheletro. E scopriamo che le ossa sembrano essersi sciolte nel cruscotto, come se lo scheletro fosse fatto di plastica.

La spiegazione ci viene data qualche scena dopo in laboratorio:

HODGINS
(eccitato) La composizione e la struttura biogenica del minerale osseo si sarebbe cristallizzato e le ossa apparirebbero come fuse.
DAISY
Sì. Anche se l’ho pensato per prima. Nel caso qualcuno dell’FBI dovesse chiedere.
HODGINS
Ma perché il magnesio sia l’innesco, è necessario che sia umido. Quando lo spettrometro di massa ha identificato il magnesio ho controllato le tabelle meteorologiche e la notte scorsa ha piovuto nelle vicinanze del luogo del ritrovamento del corpo. Credo di averci pensato per primo. Quindi, io sono il Re del Laboratorio e tu sei la mia serva.

Le indagini hanno quindi inizio e Booth si reca da Jesse Wilson, proprietario del camion che ha portato alla luce i resti della vittima.

BOOTH
Ti manca all’appello un camion, Jesse?
JESSE WILSON
No.
BOOTH
Perché abbiamo trovato un camion bruciato registrato alla tua società, con un uomo morto al posto di guida e una pallottola nel petto.
JESSE WILSON
Oh Dio. Il camion trasportava magnesio?
BOOTH
Se così fosse?
JESSE WILSON
Allora l’autista era George Lyford, un impiegato che non si è presentato oggi. E’ morto?

Booth sospetta di Jesse, ma lui afferma di aver cercato di dare una mano all’amico, che in quel periodo aveva problemi di soldi con la moglie, facendogli fare qualche extra con il trasporto in discarica degli scarti di magnesio. Durante il colloquio Booth nota, però, un tatuaggio militare sul braccio di Jesse.

JESSE WILSON
Terza Armata di Patton. Mio nonno ha ucciso un gruppo di nazisti nella seconda guerra mondiale. Era un vero eroe.
BOOTH
Ti ha insegnato a sparare? (dopo l’espressione confusa di Jesse) Vedi, George è stato colpito con un proiettile da nove millimetri. Ho controllato il registro e tu possiedi una Corman Luger. Una nove millimetri. Erano usate nella seconda guerra mondiale, non è così?
JESSE WILSON
Non mi piace la sua insinuazione.
BOOTH
Posso capirlo. (spiega una teoria) Hai visto il tuo “vecchio amico” rubare il tuo magnesio e caricarlo nel tuo camion. L’hai seguito e…

…e i sospetti su Jesse cadono, perché Booth e Brennan, qualche pagina dopo, si recano dalla moglie della vittima, Kathy Lyford, un’insegnante di scuola, che viene raggiunta a lavoro per essere informata della morte del marito e per porle qualche domanda. La donna sta guardando i ragazzi nell’ora di punizione, nella quale si trova anche Randy Siminoff, già incontrato in precedenza da Booth. Il ragazzo, infatti, fa qualche lavoretto da meccanico nell’officina di Jesse, dove ha conosciuto la vittima.

BRENNAN
Pensi sia coinvolto?
BOOTH
Non lo so. Ma di sicuro si sentiva in colpa per qualcosa. Mentre parlo con Kathy voglio che tu vada dentro e parli con loro.
BRENNAN
Io? Solitamente gli adolescenti sono così ottusi da risultare difficile parlarci.
BOOTH
Mi dispiace, ma sei tutto quello che ho. Se gli faccio io le domande ho bisogno di un genitore o un avvocato, ma tu non sei delle forze dell’ordine, quindi puoi chiedergli tutto quello che vuoi. Vai solo dentro e conquista la loro fiducia.
BRENNAN
Io?

L’insegnante esce dalla classe e raggiunge Booth, mentre Brennan, nonostante le sue perplessità (vai Bren che ce la fai!!!!), entra nella stanza dove si trovano gli studenti.

JILL MACINTOSH
Lei è la supplente?
BRENNAN
No. Sono un’antropologa forense. E per la cronaca, sono totalmente contro la reclusione come forma giovanile di punizione.

Improvvisamente gli studenti sono interessati a lei.

PAUL LINOTO
La classe di punizione fa schifo. Se voglio fumare fuori non è affare del grande fratello.
BRENNAN
Tuo fratello maggiore frequenta questa scuola?
CINDY FLAIRE
Sta parlando dei professori.
JILL MACINTOSH
Pensano di poter controllare tutto quello che facciamo. Come se fossimo ancora bambini.
BRENNAN
Non siete certamente bambine. Probabilmente avete le mestruazioni da diversi anni. In molte società primitive sareste state responsabili di bambini vostri in questo momento.
PAUL LINOTO
(agli altri) Lei è forte.
BRENNAN
(lusingata) Lo sono?
(…)
BRENNAN
(guarda Randy) Cosa mi dici di te? Perché sei qui?

Randy guarda Brennan e basta.

CINDY FLAIRE
Randy non parla molto.
PAUL LINOTO
L’amico stava scaricando porno dal computer della biblioteca.
CINDY FLAIRE
Conosco un modo migliore per slacciarti i pantaloni.

E Cindy gli apre la cerniera. Randy la spinge via mentre gli altri ridono.

Il ragazzo non sembra intenzionato a raccontare nulla e, anzi, dopo qualche insistenza da parte di Brennan e la presa in giro degli altri studenti, raccoglie le sue cose ed esce dalla classe.

Nel frattempo, in laboratorio, Hodgins sembra trovare il modo di fare qualche folle esperimento.

DAISY
Ho estratto il proiettile dallo sterno della vittima ma non ci sono striature sopra.
HODGINS
Il che significa che non è stato sparato da una pistola.
DAISY
Allora come avrebbe potuto entrargli nel petto?
HODGINS
Mi stai suggerendo di fare un esperimento?
DAISY
(eccitata) E’ una mia idea, quindi mi dovete permettere di aiutare, giusto Vostra Altezza?

Abbiamo capito che Daisy si immedesimerà molto nel ruolo di serva di Hodgins in questo episodio e la cosa non ci dispiace affatto.

Questa scena si chiude per lasciare spazio all’ufficio di Booth, dove lui è seduto alla sua scrivania mentre, la tanto detestata Hannah (ebbene sì, è ancora in circolazione…) entra nella stanza. La giornalista tiene tra le mani una nuova cornice con una foto di Booth e Parker.

HANNAH BURLEY
Ehi. Spero che la cornice vada bene.

Booth è sorpreso e toccato da questa cosa.

Se vi state chiedendo cosa possa significare, beh, quando noi abbiamo letto le sides non lo sapevamo dato che le informazioni a riguardo si fermavano qui, quindi lasceremo anche voi alle vostre speculazioni. E’ da sottolineare che questa cornice è nuova, il che implica che qualcosa è successo a quella vecchia. Che la foto si sia rotta per sbaglio? O per qualche ragione particolare? Per mano di Hannah? Vedrete…

E arriviamo alle ultimissime pagine delle sides: durante le ultime scene al Jeffersonian, viene approfondito un altro particolare degno di nota, ovvero che Daisy deve venire sottoposta a una valutazione psicologica, probabilmente da parte dell’FBI, come lo era stata Brennan tempo prima. Le ragioni di questo test ci sono, al momento, sconosciute. Sappiamo però il risultato grazie a uno scambio avuto tra le due:

DAISY
Sono stata scagionata. Ho superato la mia valutazione psicologica.
BRENNAN
Una necessità assurda.
DAISY
Sono d’accordo. Ma quando la guardo attraverso gli occhi di Lance, la psicologia può diventare affascinante.
BRENNAN
Io ho quasi rischiato di non passare la mia valutazione. Quando mi hanno chiesto il mio colore preferito ho risposto qualcosa tra 520-570 della gamma nanometrica. Erano sconcertati. Stupidi.

E qualche scena dopo vediamo Sweets raggiungere Daisy e Brennan in laboratorio per consegnare alla prima la sua tessera ID. (Per l’edificio dell’FBI?)

SWEETS
Ecco la tua nuova tessera ID, Daisy. Congratulazioni.

Lei corre tra le sue braccia e lo bacia.
Chissà per quale ragione ha dovuto superare questa valutazione? Che magari sia successo qualcosa di cui non siamo ancora a conoscenza?

E come ogni caso si chiude, così ogni puntata termina con le tanto attese scene finali che, come spesso accade, vedono Booth e Brennan insieme, e in questo episodio al Diner.

BRENNAN
Cosa succederà all’insegnante?
BOOTH
Il procuratore distrettuale sta per sporgere denuncia. Andrà dentro.
BRENNAN
Davvero?

Insomma, oltre alla valutazione psicologica di Brennan e Daisy e la cornice ricomprata da Hannah, non vogliamo lasciarvi altro su cui speculare.
Non vi resta che sperare che la rottura della cornice non sia la sola rottura in vista…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: