Se nelle precedenti sides ci hanno abituato a ben poco, con quelle dell’episodio 6×13, dal titolo The Daredevil in the Mold (Lo scavezzacollo nello stampo), ci viene regalata una vera e propria bomba capace di cambiare tante carte in tavola.
E…no, ci dispiace dirlo, apparentemente non nel senso buono del termine…

La puntata si apre con una primissima scena di sera, al Founding Fathers, che vede come protagonisti Booth e Sweets.
I due stanno bevendo, tanto, e (per Booth) parlando decisamente troppo di Daisy.

SWEETS
Apprezzo davvero tanto il fatto che stiamo parlando, Agente Booth.
BOOTH
Ehi, paghi tu.
SWEETS
E’ solo che amo Daisy così tanto. Davvero. La amo.
BOOTH
Lo so, Sweets.
BOOTH
Dovresti cambiare argomento.
SWEETS
Non posso. Lei è tutto quello a cui riesco a pensare. Quel suo piccolo naso, la sua dolce risata, le cose che fa a letto, così fantasiose…
BOOTH
Penso che hai bevuto abbastanza, Sweets.
SWEETS
Cosa mi dici di te?
BOOTH
Io devo ascoltare te.

Chi parla troppo e chi troppo poco a quanto pare. Che ci siano problemi in paradiso? Non è semplice dirlo.

Il caso di turno si svolge nell’ambiente delle BMX (abbreviazione di Bicycle Motocross, disciplina ciclistica nata negli Stati Uniti). La vittima, Dustin Rottenberg, ritrovata sul tetto di un magazzino, sembra infatti essere un giovane che praticava questo tipo di sport.

Booth, Brennan e Angela si recano alla pista di bmx frequentata dalla vittima e iniziano a porre qualche domanda ai giovani che incontrano sulla pista. Uno in particolare, che a causa di Brennan è caduto dalla bicicletta:

BOOTH
Sei sicuro di stare bene?
TY VAN HERWEG
Sì. Probabilmente è solo un po’ rotta, tutto qui.
ANGELA
Tutto qui? Lo sa tua madre cosa fai qui?
TY VAN HERWEG
(non può crederci) Cosa?
BOOTH
E’ incinta.

E questa battuta ci porta direttamente a un dialogo che si svolgerà tra Angela e Hodgins qualche scena dopo.

ANGELA
Il nostro bambino non andrà sullo skateboard o in bici o giocherà a football finché non potrà pagarsi le sue fatture mediche.
HODGINS
Va bene se non ti prendo seriamente, vero?

Nel frattempo la bicicletta della vittima viene ritrovata e portata in laboratorio per le analisi del caso che, questa volta, saranno davvero particolari.

ANGELA
Ok, me lo dite un’altra volta?
CAM
Vogliamo che esegui un esame post-mortem sulla bicicletta.
BRENNAN
Come se fosse un essere umano.
ANGELA
Ok, me lo dite un’altra volta?
CAM
Angela, devi smetterla di dire questa cosa.
BRENNAN
Vedi come è piegata, rotta e consumata questa bici?
ANGELA
Sì.
BRENNAN
E’ proprio come uno scheletro, Angela.
CAM
I graffi vecchi si sono ossidati, ma quelli nuovi no.
BRENNAN
Pensiamo che tu possa ricreare l’incidente della bicicletta.

Ma lasciamo perdere il caso? Sì, dai, tanto non importa a nessuno.
Passiamo alla bomba che vi abbiamo citato in apertura.
L’”esplosione” si svolgerà in una gioielleria… qualcuno avrà già intuito, qualcuno starà già tremando…

BOOTH
Quando le hai chiesto di sposarti, l’altra volta, non le hai dato un anello?
SWEETS
Sì, l’anello di mia nonna.
BOOTH
Allora perché non glielo ridai?
SWEETS
Ha dovuto ingoiarlo quando era in Indonesia così che non venisse rubato.
BOOTH
Ma l’hai avuto indietro, giusto?
SWEETS
Non è così romantico fare una proposta di matrimonio con un anello che è stato ripescato in un gabinetto.
BOOTH
Hai ragione.

L’impiegata, una donna sulla cinquantina, che ha passato la sua vita in quel negozio, li raggiunge.

IMPIEGATA
Siamo alla ricerca di un anello di fidanzamento, non è vero?
BOOTH
Sì. Mi piacerebbe qualcosa come questo.
IMPIEGATA
Una scelta eccellente, signore. Deve essere molto innamorato.
SWEETS
Porca miseria, Agente Booth! (indicando un altro anello più piccolo) Io invece pensavo di puntare a qualcosa come questo.
IMPIEGATA
Davvero?
SWEETS
Sì. Perché?
IMPIEGATA
La ragazza è incinta? Vi dovete sposare per cause di forza maggiore?
SWEETS
No.
IMPIEGATA
Allora non si disturbi a chiederla in matrimonio, non con un anello come quello.
BOOTH
Non ascoltarla, Sweets, prendi quello che vuoi.
(…)
BOOTH
Voi due, smettetela, ok? Non mi interessa quello che farai, Sweets. Io lo farò. Amo Hannah e lo farò. Questo qui. Voglio questo qui.
SWEETS
E’ addirittura più grande dell’altro(!)
BOOTH
Esatto.
IMPIEGATA
(impressionata dalla sua scelta) Lei è un uomo meraviglioso. Un uomo davvero meraviglioso.
SWEETS
Sono piuttosto impressionato anche io.

E pure noi, vero? Ma, a differenza dell’impiegata, nel senso peggiore del termine!
E, diciamolo, quel meraviglioso nella nostra mente è sostituito da aggettivi ben differenti al momento… E Booth sembra essere davvero convinto della sua decisione, tanto che, verso la fine dell’episodio, lo ritroviamo di notte, al Mall, vestito elegante, in attesa.

HANNAH
Ehi, soldato…

Booth si volta e vede Hannah avvicinarsi. E’ vestita bene, per una cena speciale…

…e noi vorremmo essere lì dietro per farle lo sgambetto e farle sporcare il suo bel vestitino! Scherzi a parte (ma anche no!), già solo il fatto di sapere che Booth possa anche solo prendere in considerazione la possibilità di chiedere ad Hannah di sposarlo è terribile, pensare che forse lo farà davvero apre scenari terribili!!!

Per dovere di cronaca dobbiamo dirvi che questa scena è sì verso la fine dell’episodio, ma non è esattamente l’ultimissima, quindi potrebbe ancora accadere di tutto. Cosa che ci auguriamo!
Per accendere un barlume di speranza in questa oscurità, vi ricordiamo che, come ci ha dimostrato nelle puntate precedenti di questa sesta stagione, Hannah non sembra avere una grande affinità con tutto ciò che riguarda il formarsi una propria famiglia, il che potrebbe tradursi in un rifiuto da parte di lei alla proposta di matrimonio di Booth. O, meglio ancora, il rincitrullito che ha preso possesso del corpo di Booth potrebbe rinsavire, capire di stare per commettere l’errore più grande della sua vita e gettare il brillocco il più lontano possibile… staremo a vedere se questo episodio sarà la fine della relazione tra Booth e Hannah o la fine delle nostre speranze per una relazione tra Booth e Brennan.

Cominciate ad incrociare le dita!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: