Come avrete visto, questo episodio è una sorta di parodia dell’ambiente di Hollywood, in cui gli autori non si prendono molto sul serio. Tutti i 42 minuti sono infarciti di riferimenti, più o meno espliciti, che solo i veri fan possono notare. Vi segnaliamo quelli che noi abbiamo trovato, se ne notate altri, non esitate a segnalarceli nei commenti qui sotto! ;)

  • Il film “Bone of Contention” (L’osso della discordia) che stanno producendo ad Hollywood in questo episodio è tratto dai romanzi di Brennan.
    I personaggi del film hanno pertanto gli stessi nomi dei personaggi dei romanzi di Brennan, ovvero Agente Speciale Andy Lister (il personaggio ispirato a Booth) e la Dr.ssa Kathy Reichs (il personaggio ispirato a Brennan).
    Kathy Reichs, nel mondo reale, è l’antropologa forense nonchè scrittrice di best-seller che ha ispirato la produzione del telefilm di Bones. In omaggio al fatto che l’eroina dei suoi romanzi (pur essendo un personaggio molto diverso dalla Brennan televisiva) si chiama Temperance Brennan, gli autori del telefilm hanno deciso di chiamare la protagonista dei romanzi della Brennan televisiva (che in questo episodio diventa anche la protagonista del film) come l’autrice dei romanzi “reali”, cioè Kathy Reichs.
    La “vera” Reichs è anche consulente forense, nonchè produttrice del telefilm, in cui è apparsa in un cameo e di cui ha sceneggiato anche un episodio.
  • Il nome della vittima di questo episodio, Hanson Stephen, è l’unione dei nomi dei due produttori esecutivi di Bones, ovvero Hart Hanson e Stephen Nathan.
    Ha scherzato Hart Hanson al riguardo: “Karine Rosenthal ha scritto questo episodio…credo semplicemente che ci volesse entrambi morti”.
  • Altri riferimenti a persone che lavorano veramente alla produzione di Bones si nascondono in altri nomi dei personaggi di questo episodio: Liam Toynen è ispirato al regista e produttore esecutivo Ian Toynton; Jocco Kent (il regista del film) è ispirato a Michael ‘Jocco’ Phillips, uno degli assistenti alla regia.
  • Le ciambelle di cui Booth tesse le lodi in questo episodio sono quelle di una catena di locali chiamata Huckelberry’s che si trova a Santa Monica ed è gestita da Zoe Nathan, figlia del Produttore Esecutivo Stephen Nathan, che rifornisce spesso la produzione di Bones
  • Gli studios in cui è ambientato questo episodio e in cui vediamo Booth e Brennan aggirarsi (compresi quelli con la parete dove si vede Marylin Monroe, i Simpson, ecc) sono gli studios della 20th Century Fox a Los Angeles, dove Bones viene regolarmente filmato (stage 6 e 9) anche se in realtà il telefilm è ambientato a Washington DC. Questi studios NON sono aperti al pubblico.
  • Agli studios della Fox esiste veramente una persona incaricata di prendersi cura dei cespugli, e sono veramente belli come si vede in questo episodio.
    Racconta Stephen Nathan al riguardo: “Quando abbiamo deciso come impostare questo episodio, sono andato a cercarla perché volevo dirle che sarebbe stata dipinta come un’assassina e ci tenevo ad avvertirla perché, sapete, lei utilizza molti attrezzi appuntiti per il suo lavoro e non volevo farla arrabbiare. Così le ho detto qual era la storia e lei mi ha detto: “Ma è fantastico. Fatelo!” perché qualche anno prima qualcuno alla Fox voleva disfarsi di tutti i cespugli e lei si era molto arrabbiata per questa cosa…”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: