Episodio 413 (4×19): “The science in the physicist”

L’Epifania ha portato via tutte le feste, siamo tornati alla vita di tutti i giorni e così anche gli autori di Bones, che alle 7.20 della mattina del 7 gennaio hanno sfornato le nuove sides del prossimo episodio: “The science in the physicist” (La scienza nella fisica [fisica intesa come ‘studiosa di fisica’] ), ordine di produzione 413.

[N.B.: Attenzione a non confondere l’ordine di produzione con quello di trasmissione.
Il primo, l’ordine di produzione, è l’ordine con cui gli episodi vengono pensati, scritti e girati, in una parola prodotti. Su questo sito vengono indicati con numeri interi a 3 cifre (ad es: 408, 410, 413, ecc)
Il secondo, l’ordine di trasmissione, è l’ordine con cui gli episodi vengono trasmessi in prima visione sulla Fox americana, che diventa in questo modo l’ordine “ufficiale”, rispettato anche sui cofanetti dvd. Su questo sito vengono indicati con il numero_di_stagione”x”numero_di_episodio (ad es: 3×01, 2×02, 4×05, ecc). Talvolta al posto del “x” potreste trovare un punto (ad es: 3.01, 2.02, 4.05, ecc).
Come purtroppo saprete, non sempre ordine di produzione e trasmissione coincidono, anzi, in questa quarta stagione non è mai successo.
Quindi l’episodio 413 (ovvero “The science in the physicist”) non corrisponde all’episodio 4×13 (che invece sarà “The hero on the hold”)
Su questo sito gli episodi vengono indicati con il numero di produzione finchè la Fox non dà comunicato ufficiale dell’ordine di trasmissione.
Per maggiori informazioni al riguardo e le tabelle di riscontro, consultate la pagina “Quarta stagione“]

A prima vista, l’episodio sembra uno di quelli “standard”, e non offre spoiler particolarmente “succosi”, però…
Clicca su “Continua” per saperne di più! ;)

Riassunto sides
413 “The science in the physicist

(a cura di crisssbit)

Booth e Bones sono alle prese con un nuovo caso di omicidio.
Questa volta la vittima è stata congelata nell’azoto liquido, fatto che porta i due ad indagare in un iper-tecnologico polo scientifico.
Il Dr. Landis Collar, non vedente, responsabile del polo, identifica la vittima grazie ad un frammento di meteorite ritrovato sul cadavere: la vittima è Diane Sidman, dottoressa dell’istituto nonché fidanzata del professor Collar.
Grazie all’aiuto degli squints si scopre che la vittima è stata uccisa con un atto brutale, ma anche che stava morendo per un velocissimo avvelenamento da radiazioni.

Non ci sono molti dettagli degni di nota.
Principalmente, dalle battute di Booth e Brennan si nota un clima scherzoso tra i due, con Bones che si trova pienamente a suo agio in un mondo di cervelloni diverso dal Jeffersonian, e Booth che, al suo fianco, non perde occasione per sottolineare con una battuta i vari discorsi scientifici.

Qualche esempio:
Dr. Alvaredo: Sto studiando la possibilità di spostare organismi unicellulari, collocati in semplice acqua sporca, da un posto ad un altro.
Booth: Ha provato con un cucchiaio?
Alvaredo: Questo apparato può far vibrare due esemplari separati di organismi unicellulari in completa simmetria su un livello quantico.
Brennan: Molto interessante! (poi, rivolta a Booth) Tu non puoi capire.
Booth: Certo che capisco! “Teletrasportami, Scottie!”
Alvaredo: Certo, come no…

Oppure:
Dr. Alvaredo: Soffro di un particolare tipo di dislessia che mi rende difficile collocare eventi in una dimensione temporale lineare.
< Booth lo fissa per qualche secondo, poi si rivolge a Bones >
Booth: Questo è tutto tuo.

Ma la parte più interessante è sicuramente questo dialogo tra B&B:
Booth: Sì, per me è così. Perché è la cosa più razionale e intelligente da fare. E lui ragiona così. E poi ho visto come ti guarda!
Bones: Come mi guarda?! E’ cieco!
Booth: Non dicevo letteralmente, Bones! La sua ragazza è appena stata uccisa e lui già sta andando oltre…
Bones: Forse perché è giusto così.
Booth: No, non va bene così. Perchè la brava gente lascia segni sulle altre persone. E il minimo che si può fare è lasciare che questi segni svaniscano naturalmente e non grattarli via come vernice o… dipingerci sopra altri segni.
Bones: Per segni intendi lividi? O tatuaggi?
Booth: Non letteralmente, Bones.
Bones: Allora, non sei un moralista…
Booth: No, non lo sono.
Bones: Pensi solo che quando due persone si prendono cura una dell’altra, si lasciano segni metaforici che dovrebbero poi svanire naturalmente?

Per quanto riguarda gli squints: al Jeffersonian è tornato come grad student Vincent Nigel Murray (già visto in 4×07 “The he in the she”), e mentre si studia la dinamica dell’assassinio inteso come cadavere congelato nell’azoto liquido, un esperimento su un tacchino finisce male… nel senso che il tacchino congelato, anziché sfracellarsi in mille pezzi, rimbalza e va a  sbattere sulla testa di Angela! Hodgins è molto dispiaciuto dell’accaduto e si incolpa del fatto. Angela gli chiede di farle compagnia finchè non avrà parlato con il padre (Billy Gibbons degli ZZtop, per chi non lo ricordasse).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: