Bones, il 200° episodio ed il futuro dello show

Il duecentesimo episodio è andato in onda la settimana scorsa e lo staff di i-Bones ha tradotto per voi, in esclusiva, un esaustivo articolo di TV Guide, il TV Sorrisi e Canzoni americano, riguardante la puntata, l’esperienza di David Boreanaz come regista, il telefilm in generale ed il suo futuro.
Curiosi di scoprirne il contenuto?
Leggiamolo insieme!


Il cast di Bones celebra il 200° episodio strizzando l’occhio alla Hollywood degli anni Cinquanta

Dozzine di uomini in giacca, cravatta e borsalino e signore con le gonne a ruota in una finta strada negli studi della Fox di Century City,  trasformati in una spensierata e colorata Los Angeles anni ’50 in occasione del 200° episodio di Bones.
Improvvisamente un grido raccapricciante rovina la scena idilliaca quando un corpo cade a terra, la schiena trafitta da un coltello. “E’ una bella gatta da pelare” dice Seeley Booth – interpretato da David Boreanaz – mentre scivola sul sedile del passeggero di una vecchia Chevrolet decapottabile guidata da Temperance Brennan (Emily Deschanel), che mette in moto l’auto evitando a stento la telecamera. Boreanaz, che è anche il regista, grida “Stop!” e sorride nervosamente alla sua collega.
Non credo credesse che sarei riuscita a guidare quest’auto” dice sorridendo la Deschanel tra un ciak e l’altro. “David, da bravo e generoso registra qual è, aveva cercato di darmi numerosi consigli. Ma io ci sono riuscita perfettamente!
Questa ricerca della perfezione è evidente, in quanto il cast e lo staff hanno girato una delle ore più ardite e particolareggiate dell’intera stagione. L’episodio, infatti mostra una realtà alternativa dove i membri del team del Jeffersonian sono stati ripensati come i soggetti di una classica caper story (N.D.T. un particolare genere cinematografico in cui i crimini – in particolare furti – sono osservati dal punto di vista del criminale) con leggeri cambiamenti nei loro personaggi.  Qui, ad esempio, l’agente del FBI Seeley Booth è un carismatico ladro di gioielli, ispirato a Cary Grant, mentre l’antropologa forense Temperance Brennan è un intrepido detective della polizia di Los Angeles che combatte contro il dilagante sessismo.
Dopo che Booth viene incastrato per un omicidio, i due lavorano insieme per riscattare il suo nome e scoprire il vero killer. L’investigazione, ricca di suspense, include numerosi tributi ai film di Hollywood della vecchia scuola, strizzando soprattutto l’occhio al regista Alfred Hitchcock.
Ma non voglio classificare quest’episodio come totalmente Hitchcockiano” dice David Boreanaz. “Non ho guardato i suoi film per emularli. Voglio mantenere il mio stile per quel che concerne il montaggio e le sequenze, ma mi servo di Hitchcock per ricreare l’atmosfera dei film degli anni Cinquanta.
In molti show, quando una delle star li dirige, finisce per essere troppo indulgente.” afferma il produttore esecutivo Stephen Nathan, che ha scritto l’episodio. “Con David è esattamente l’opposto. Tra l’altro, per questa puntata, dovrebbe ricevere una medaglia: è praticamente in ogni scena e si sta ritrovando a dirigere uno degli episodi più complicati mai realizzati per questa serie.

The 200th in the 10th
Al di là dei cambiamenti di costumi e trucco, la troupe ha dovuto rivedere il set dello show affinché evocasse al meglio quella particolare epoca storica, fatto che ha toccato anche la casa di Booth e Brennan, trasformata in un loft retrò affacciato sulle colline di Hollywood. E per la scena dell’aereo ispirata a Intrigo Internazionale, i produttori hanno inserito un moderno Douglas DC-3 e costruito un modello mobile degli interni,  che ha schiacciato qualche attore. “Ho fatto lavorare duramente le mie ginocchia andando a destra e a sinistra nella fusoliera dell’aereo, correndo sulla pista d’atterraggio e ballando”, spiega Boreanaz. “Abbiamo incontrato diversi ostacoli e difficoltà e questo ci ha portato via molto più tempo rispetto a un episodio classico di Bones.” (Hanno impiegato 12 giorni per girare questa puntata rispetto ai 9 canonici.)
David e il resto della squadra sono ben consapevoli che girare il 200° episodio non è un’impresa uguale alle altre. Nella storia della Fox, solo altri quattro telefilm hanno raggiunto lo stesso traguardo: X-Files, Beverly Hills 90210, Melrose Place e 24. E quando Bones raggiungerà il traguardo delle 206 puntate – esattamente il numero delle ossa del corpo umano – sarà lo show più longevo mai prodotto dalla Fox. “Lo show è ancora creativamente vivo e tutto parte davvero dai personaggi”, spiega Gary Newman, co-presidente e amministratore delegato del Fox Television Group. “Lo show è interessante e ricco di suspense e Booth e Brennan sono personaggi incredibilmente affascinanti, complessi e divertenti.
Il successo del telefilm  – che è stato tradotto in ben 45 lingue e va in onda in 6 continenti – è sempre dipeso dalla chimica tra David Boreanaz ed Emily Deschanel, che hanno iniziato dando vita a una delle classiche dinamiche del lo faranno/non lo faranno che si è evoluta fino a diventare una reale storia d’amore sfociata nel matrimonio e nella genitorialità. “La prima volta che ho girato con David ed Emily li osservavo risolvere un crimine e ne ero affascinato” ricorda John Boyd, che è entrato a far parte del cast in questa stagione nella parte dell’agente dell’FB James Aubrey, nuovo partner di Booth. “Ciò che cattura di più l’attenzione del pubblico è la bellissima intesa che c’è fra loro.
Ora la domanda cruciale è: per quanto potrà andare avanti Bones?
L’entrata in scena di Aubrey e la morte improvvisa di Lance Sweets, uno dei personaggi più amati dal pubblico, hanno dato allo show un’importante spinta creativa e Stephen Nathan ammette che il potenziale per delle nuove storyline è più forte che mai. “Non vediamo una fine naturale nel prossimo futuro” aggiunge Nathan. “Finirà, naturalmente, perché tutto ha una fine, ma in questo preciso momento c’è molto altro da dire.

Autore: Rob Moynihan
Traduzione: Tizy

Avete visto l’episodio? Cosa ne pensate? Diteci la vostra!

1 Commento

  1. antobetty

    Grazie siete sempre fantastici x le informazioni che date e un grazie particolare a David&Emily e a tutto il cast x il lavoro e gli anni che ci hanno e mi hanno dato the bests thanks for this work bye anto

    Replica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: