Da “The End in the End” a “The Next in the Last”

Booth e Brennan "The Next in the Last"

Poche ore ancora e vedremo l’ultimo episodio decima stagione di Bones. Ma come si intitola esattamente? Come avrete notato anche voi, il titolo di questo ultimo episodio sembra essere un po’ un mistero. Quale dei due è quello ufficiale? Certo è che l’effetto è decisamente diverso. “The End in the End” [La fine nella fine], il primo titolo scelto dalla FOX, suona tanto come qualcosa di definitivo, mentre “The Next in the Last” [Il prossimo nell’ultimo] suona poeticamente come una speranza per tutti i fan di Bones. Sarà per questo che è stato scelto come quello definitivo? Come ben sapete, il nostro show è stato rinnovato per un’undicesima stagione, quindi si tratta solamente di attendere che passi l’estate per sapere che strade sceglieranno di intraprendere i nostri personaggi preferiti.

I recenti e drastici cambiamenti hanno destabilizzato notevolmente i fan che, se da un lato hanno gioito per l’arrivo di un nuovo baby-Booth, dall’altro hanno dovuto fare i conti con la separazione di Temperance e Seeley, dovuta alla dipendenza dal gioco d’azzardo di quest’ultimo. Ma non solo. Si prospetta un imminente trasferimento parigino di Angela e Hodgins, che potrebbe rompere l’equilibrio a Jeffersonian. Ecco che cosa ha anticipato Matt Roush di TV Insider a riguardo di quest’ultima coppia e qual è la sua opinione circa l’abbandono dei ruoli di produttori esecutivi da parte di Hart Hanson Stephen Nathan.

Domanda: Tutto ciò che ho letto a proposito di Bones riguarda la coppia Booth-Brennan e la durata della loro separazione. Personalmente, sono molto più interessata all’altra coppia dello show: Hodgins e Angela. Stanno davvero per trasferirsi in Francia? Stanno per lasciare lo show? Cosa puoi dirmi a riguardo? – Kelly

Matt Roush: Non c’è momento più propizio per ricordare una colonna portante di TV Insider: non è una testata che fa spoiler. Sono ben contento di commentare cose già accadute nello show (o che sono già state riportate), ma non rivelerò niente su quanto accadrà. Ti dico solo che ho visto l’episodio di Bones di questa settimana, che propone questa nuova sottotrama – che credo sia stata rivelata da qualche parte – riguardo Hodgins e Angela e le loro romantiche idee riguardanti Parigi. Molti personaggi faranno notare, nel corso della puntata, in modo molto chiaro, che non avrebbero mai pensato di fare questo lavoro così a lungo. Ma ecco come la Fox descrive il season finale dell’11 giugno: “Angela è scettica riguardo alla decisione di trasferirsi con Hodgins a Parigi (ecco uno spoiler! Grande mossa, Fox!), e Brennan e Booth contemplano delle opzioni lavorative al di fuori del Jeffersonian e dell’FBI.” Tutto questo suona alle mie orecchie come un classico finale aperto, in questo caso amplificato dal fatto che i produttori,  quando è stato girato il finale, non sapevano ancora quale sarebbe stato il destino della serie (infatti il titolo del finale è cambiato da “The End in the End” a “The Next in the Last”, che a mio parere non mette un punto definitivo alla storia). Quindi, in sostanza, finché non si saprà qualcosa di diverso – anche se lo sapessi non te lo direi, comunque – o gli attori non cominceranno a parlare di un probabile abbandono della serie, si può dare per scontato che tutti i personaggi saranno presenti in Bones ancora a lungo. Sebbene il finale aperto possa far pensare il contrario.

Domanda: Sono contenta di aver trovato di nuovo te e la tua testata su Twitter.  La mia domanda riguarda i produttori esecutivi. Sono sempre stata una grande fan di Bones e ora vedo che ci sono di nuovo dei cambi tra i produttori.  Devo ammettere che non sarebbe sembrato strano nelle scorse stagioni, ma ora sembra quasi folle, ma sento che potrebbe essere dovuto allo show, data la sua longevità. Così, mi sono ritrovata a pensare all’impatto che un nuovo showrunner potrebbe avere sulla serie.  Lei/Lui cambierà il tono dello show, assumerà i suoi scrittori, deciderà lo sviluppo di ciascun personaggio? Mi manca molto Hart Hanson. Mi ha sorpreso questo cambiamento nello show, dato che anche Stephen Nathan ne ha sempre fatto parte. – Tina

Matt Roush: Benvenuta in TV Insider e grazie per la domanda. Ammetto di non guardare questo tipo di show con la dovuta attenzione che mi permetterebbe di formulare un giudizio.  Ma è un fatto che, a prescindere da chi sta dietro allo show, è più difficile mantenere la freschezza di una serie quando quest’ultima ha raggiunto i dieci anni di età, e sicuramente una certa stanchezza ha preso piede. Il bisogno di dare uno scossone alle cose, come ad esempio la dipendenza dal gioco d’azzardo di Booth che ha causato una temporanea (presumibilmente) separazione nel suo matrimonio durante la stagione, ha colpito molti e ne ha contrariati altri, e questo è chiaro. Rispondere alla tua domanda è difficile. Come hai giustamente notato, Stephen Nathan ha sempre fatto parte dello show, e la sua decisione di chiamarsi fuori dallo show è stata più un’evoluzione che una rivoluzione.

Anche Tv Guide Magazine ci regala qualche chicca in attesa della messa in onda dell’episodio, con questa intervista, pubblicata sulla loro rivista, dal titolo  “Sbucato dal passato“.

Se c’è qualcosa che questa stagione di Bones ci ha insegnato, è che il passato non è mai solo passato. “Niente finisce mai davvero,” afferma il produttore esecutivo Stephen Nathan. “Ci sono sempre conseguenze.” Le abbiamo viste nella ricaduta di Booth (David Boreanaz) nel gioco d’azzardo, nei modi in cui i vari tirocinanti hanno affrontato la morte dell’amato collega Sweets (John Francis Daley) e ora le vedremo nello spettro di un vecchio nemico.
Il serial killer Christopher Pelant (Andrew Leeds) tornerà nel finale di stagione di questa sera [n.d.t. domani per chi legge], nonostante sia stato ucciso con un colpo di pistola da Booth lo scorso anno. “Non si tratta di un flashback,” promette Nathan. “E non è un fantasma. È reale.” Pelant ha avuto un enorme impatto sulle vite di Booth e di sua moglie Brennan (Emily Deschanel), nel momento in cui ha incastrato quest’ultima per omicidio e ha costretto i due a rompere il loro fidanzamento.
Ad ogni modo, Nathan rassicura i fan che temono che il ritorno di Pelant possa portare via tempo prezioso all’episodio: possono fare un sospiro di sollievo. “Non tutto ciò che avviene nella puntata lo riguarderà.”
Pelant riappare nel momento in cui i membri del Jeffersonian si stanno ponendo domande sul loro futuro. Dopo aver passato dieci anni a risolvere omicidi, i membri della squadra cominciano ad essere un po’ inquieti, inclusi Booth e Brennan, i quali stanno cercando di far funzionare il loro matrimonio, visto il recente comportamento di Booth. “Si è trattato del più grande trauma emotivo che abbiano mai affrontato come coppia,” continua Nathan. “Ne stanno ancora sentendo gli effetti.” Una vita lontana dal Jeffersonian potrebbe essere il meglio per loro, per la figlia Christine e per il bambino in arrivo. Potrebbe esserci un grande cambiamento all’orizzonte?
“Ci saranno decisamente grandi cambiamenti,” conferma Nathan. Dal momento che lo show non era stato ancora rinnovato per l’undicesima stagione, quando è stato girato l’episodio, gli scrittori hanno deciso di costruire un episodio che fosse sia un soddisfacente finale di serie che di stagione. “Non c’è un vero e proprio colpo di scena, ma c’è tensione.”

 

Nonostante queste anticipazioni abbiano svelato molte cose dell’ultimo episodio di questa stagione di Bones, ci sono ancora molte domande che aspettano una risposta: come farà Pelant a tornare nelle loro vite? Quale strada sceglieranno Booth e Brennan per le loro vite? Riusciranno Angela e Jack a prendere il loro aereo per Parigi? Che ne sarà del Jeffersonian e degli Squint? L’unico modo per avere delle risposte è quello di guardare l’episodio che andrà in onda domani sera sulla FOX, negli USA, alle ore 20.00. Per tutto il resto … ci saremo noi!

 

Fonte: TV Insider

traduzione: Tizy; Marta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: