Curiosità

  • L’agente dell’FBI che “accoglie” Booth e Bones quando arrivano al cimitero, nella scena iniziale, è lo stesso Agente Sanders (interpretato da Adam Lieberman) che in 1×15 “Due corpi sotto esame” cercava di impedire a Booth di avventurarsi nel salvataggio di Brennan, date le sue precarie condizioni.
  • Per la prima volta, si viene a sapere che Booth aveva avuto seri pèroblemi con il gioco d’azzardo.
  • La storia che Booth racconta a Bones alla fine dell’episodio è, molto probabilmente, quella a cui lo stesso Booth aveva accennato in un dialogo di loro due in auto nell’episodio 1×16 “The woman in the tunnel” (Sotto la città). Allora Bones aveva preferito non sapere…
  • Viene rivelato che quando Booth serviva nell’esercito fu mandato in missione in Kosovo per uccidere un Generale Serbo responsabile della morte di più di 232 persone per “pulizia etnica”.
  • L’amico di Booth in sedia rotelle, Hank, che ci veniva fatto intendere che sarebbe potuto ritornare nella serie, purtroppo non sarà presente in nessun’altro episodio.
Riferimenti e Allusioni
  • Stage Coach è un film western del 1939 interpretato da John Wayne, aka The Duke, il Duca.
    Il film fu nominato per 5 Academy Awards, incluso Miglior Fotografia. La storia parla di un gruppo di sconosciuti attaccati dagli Indiani Apache.
Errori
  • Nella scena iniziale, al cimitero di Arlington, quando Booth dice “E’ Jamie Richards” si vede la seconda lapide da sinistra della fila davanti a lui muoversi leggermente spostata dal vento, segno che -ovviamente- non era una vera lapide di marmo.
  • Charlie Kent viene identificato come un “Private” dell’Esercito, sia dai dialoghi che dal tg, ma quando Booth sta parlando con il Capitano Fuller, si riferisce a Kent come “Corporal”, che è un grado superiore a “Private”.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: