Recensioni
  • Il caso e’ bello, ricco di colpi di scena e questa volta ho capito chi era il colpevole davvero solo alla fine.
    (Ales2004)

  • La puntata è stata perfetta anche dal punto di vista umoristico. Ci hanno fatto vedere dei personaggi che io ho trovato esilaranti.
    (Kew08)

  • La scelta della terapia di coppia e’ ottima sono stati davvero bravi perche’ le battute e le scene sono estremamente belle e divertenti, gli attori sono fenomenali e in questo episodio tutta la loro bravura e’ messa in evidenza.
    (Ales2004)
  • Deliziosa anche la scena in auto con Angela, quando lei dice che il loro continuo battibeccare è qualcosa di “hot”. La faccia di Booth è impagabile. Sbircia Brennan come se ci stesse riflettendo sopra.
    (Dreamhunter)
  • Ed infine, la gloria di questa terza stagione: Sweets! E’ un mito. Intimidito da Booth e fresco fresco con la sua teoria, con i due che all’inizio lo snobbano e prendono in giro, ma nella scena finale si prende la sua rivincita esponendo i due ad un imbarazzantissimo confronto dal quale fanno fatica a sbrogliarsi.
    (Ales2004)
  • Il momento B&B finale c’è stato anche in questa puntata…eccome…
    Loro due che si chiedono se continuerebbero a vedersi anche se non lavorassero più insieme…e Sweets che osserva col sorrisetto.
    (Sheena)
  • Mi è piaciuta molto anche la reazione di Bren che difende a spada tratta Booth quando si trovano nello studio di Sweets…. molto molto passionale!!
    (mary1983)
  • Scena finale: ora non è più solo Angela, o gli Squints, a vedere la relazione tra Booth e Brennan come qualcosa di profondo. Ora c’è un dottore in psicologia – molto giovane, ok, ma pur sempre un dottore – che mette Booth e Brennan davanti ai fatti: i due condividono un legame molto profondo.
    (crisssbit)
  • Ecco quindi le due diverse reazioni. Booth non perde l’occasione per definire subito la loro relazione come professionale, e Brennan gli da man forte tirando fuori la storia della “linea che non si può superare”, una linea che “nemmeno dovrebbe esserci”, tanto la loro relazione è professionale.
    Quando però Booth abbassa la guardia dopo quel “probably not” di Brennan e lascia trasparire la sua delusione, ecco allora la reazione di Brennan: freddina e scientifica… almeno in apparenza. Può argomentare finchè vuole la sua teoria, la nostra Brennan, ma si tradisce, sia con il suo atteggiamento, sia con quel mezzo sospiro di sollievo, quando Booth le fa capire il vero senso della sua frase e quindi lei si trova d’accordo con lui, sia con quello scambio di sguardi appena prima del fade out.
    (crisssbit)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: