• È stato un episodio moooooolto natalizio!! Tanti buoni sentimenti…
    (Suwya)
  • La frase che Bones dice a Max all’inizio mi ha fatto molta tenerezza e tristezza: se rimango, saremo in due ad essere soli. Così come la risposta di Max alla domanda di lei: perché a Natale le persone odiano stare da sole? Perché significa che nessuno le ama.
    (Kew08)
  • Babbo Natale che esplode…Mi sono resa conto che passa dall’essere vivo e vegeto allo stato di cadavere in decomposizione in 5 minuti…E’ inconsueto per le vittime di Bones…di solito non le vediamo morire “in diretta”…
    (symi)
  • La scena dello spogliarello di Booth ovviamente è tutta a nostro beneficio. Hanson lo sa che un gran parte del fandom sogna i nostri due che si spogliano reciprocamente e che molte fans considerano David Boreanaz un “corpo del reato”. Niente di meglio che regalarci una scena come questa, con Booth letteralmente nelle mani di Brennan, spogliato come un bambolotto gonfiabile. Il momento in cui lei gli sfila la cintura “cocky” e gli abbassa i pantaloni e lui si mette a elencare a voce alta tutti i santi che gli vengono in mente è diventata “cult” prima ancora di andare in onda e non si può dire che Hanson non sapesse dell’effetto che avrebbe ottenuto.
    (Dreamhunter)
  • Per quanto riguarda la scena al diner con Max, Margaret e Bones, già avevo notato una cosa davvero interessante… come Bones non sostenga più che non si sposerebbe never, ever, ever… ma che per sposarsi ci vuole una buona ragione…
    (Kew08)
  • Il personaggio di Zooey (Margaret) mi è parso perfetto, in questa puntata in cui si parlava di solitudine. Una ragazza che per esprimere un’opinione in genere ricorre alle massime di Benjamin Franklin. Non da l’aria di essere una persona socialmente inserita. E quando Brennan le dice “mi interesserebbe sapere quello che pensi tu, non Benjamin Franklin”, lei risponde che è la cosa più carina che le abbiano mai detto… Non deve aver quindi conosciuto molte persone sensibili.
    (Dreamhunter)
  • Trovo davvero dolcissima Cam, il modo in cui organizza il Natale per sé e per Michelle, e come ci rimane male quando Michelle le dice che potrà trascorrere il Natale come era abituata a trascorrerlo gli anni precedenti perché andrà in vacanza con la famiglia del fidanzato… molto dolce anche che in un primo momento cerchi di nascondere il dispiacere.
    (Kew08)
  • La ricostruzione facciale da parte di Angela, mi è piaciuta perchè richiama molto l’analisi delle ossa che fa Brennan. Non so, hanno la stessa espressione, si perdono allo stesso modo. Un chiaro segno di quello che ognuno di loro è chiamato a fare e di come lo facciano con tutta l’anima.
    (lathika)

 

  • Hanson ci dice che oltre alla violenza fisica, agli assassini e ai criminali, c’é anche un’altra violenza che molta gente butta nel mondo senza curarsi delle conseguenze: la violenza delle parole.
    Non é vero che le parole d’odio, di rabbia, di incitamento alla violenza siano solo parole, e non possano far del male. Il tizio si preoccupava della sua libertá di parola, che per caritá é sacrosanta. Non puó esistere una legge che vieta alle persone di esprimere la propria opinione.
    Ma esiste tuttavia una responsabilitá morale per le nostre parole che portano negativitá seppur non siano niente di illegale, le parole d’odio hanno un peso, influiscono sulla vita delle persone, delle comunitá e della societá. Pensare di sentirsi giustificati dalla libertá di parola per diffondere disprezzo, odio e rabbia é sbagliato.
    (Ales2004)

 

  • Il dialogo tra Booth e Brennan in macchina. Al di là della sua bellezza, del fatto che Booth è assolutamente un uomo speciale, che sa come parlare a Brennan e scegliere sempre le parole giuste, e della recitazione di Emily, con quegli occhi stellati di lacrime che arrivano al cuore, è un altro bel messaggio diretto al pubblico. Quante volte Brennan è stata criticata per la sua apparente freddezza o per l’insensibilità?
    (Dreamhunter)
  • Mi ha fatto una tenerezza immensa quella madre che ha sepolto il figlio la mattina di Natale ed era sola, circondata da perfetti estranei che si sono interessati a lei.
    (Chris.Tag)
  • Il discorso finale é stato molto toccante. L’uomo chiude le sue trasmissioni radio e si augura che di tutto il fiato che ha sprecato negli anni, solo le sue ultime parole rimangano. Pace. E poi silenzio. C’é di che meditare per giorni. Molto toccante.
    (Ales2004)
  • Parlando di scene in macchina, come non citare lo scambio fra Cam e Michelle. Sono riusciti a far emergere quelle che sono le difficoltà di Cam in una maniera eccezionale e il tutto in poco più di un minuto. In questa scena traspare la sua voglia di ribellarsi ad un natale come quello degli anni precedenti, traspare la sua voglia di cambiare con tutte le paure che queste possono portare con sè. Cam è un personaggio maledettamente affascinante da questo punto di vista, perchè per certi lati è molto simile a Bones ed è bello poter vedere una sua evoluzione al pari (grosso modo) di quelli della nostra Doc del cuore.
    (lathika)
  • Non mi aspettavo un finale B&B, ma esattamente corale così come è stato, in cui anche Hodgins ripete la frase, ormai cara a molti di noi, dicendo che “c’è più di un tipo di famiglia”.
    (omelette73)
  • Scena finale… bellissima atmosfera a coronamento di una puntata ricca di buoni sentimenti. Persone che si vogliono bene riunite per festeggiare il Natale, belle le parole di Jack ad Angela, di Bones a Margaret… anche se poi Bones si “riprende” con i brindisi… fortuna che c’è Booth: To family, friends, lovers, family (è un caso che si impicci dopo aver detto lovers?) and food.
    (Kew08)
  • Lei che non vuole assolutamente che si preghi in casa sua e poi acconsente, e lo guarda mentre è lì accanto a lei, con gli occhi chiusi, e sorride, perché sa di averlo reso felice, ed è felice per questo, ed è felice di averlo lì, vicino a lei, nel giorno dove si sta con le persone che ti amano….. E lui, che la guarda di nascosto e sorride, perché è felice anche lui, e quasi non ci crede che lei sia lì a tenergli la mano…
    (elis@89)
  • Bellissima l’immagine finale, tutti attorno al tavolo, vista da fuori la finestra.
    (Suwya)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: