Il terzo episodio della settima stagione, intitolato The prince in the plastic (Il principe nella plastica), si prospetta decisamente esilarante, ma, come al solito, andiamo con ordine così da darvi un’idea più chiara di quello che ci aspetterà.

La prima scena di questa puntata, subito dopo il classico e macabro ritrovamento dei resti della vittima dell’episodio, si svolge a colazione con protagonisti Booth, Brennan e Sweets e uno scambio che ci introduce a un prima situazione che potrebbe avere risvolti divertenti o catastrofici…

BOOTH
Tu con una pistola? Questa è una brutta idea, Sweets. Molto brutta.
SWEETS
Perché? Sono fuori sul campo con te più spesso ultimamente, dovrei essere certificato per avere una pistola.
BRENNAN
Io ho una pistola.

Insomma, il nostro pulcino vuole spiccare il volo… ma nel frattempo le prime indagini portano al nome della vittima, Debora Cortez e, da un colloquio con il fratello che ne aveva denunciato la scomparsa due settimane prima, capiremo che lavorava in una grande azienda di giocattoli. E questo mondo di giochi porterà spunti interessantissimi all’episodio.

Angela regge una bambola per Brennan, che è riluttante.

ANGELA
Molto presto avrai una bambina tua e lei vorrà giocare con te. Questo sarà un buon allenamento.

Brennan fa spallucce e prende la bambola rovinata. La guarda ricordando la sua infanzia. Poi dà voce al principe maciullato.

BRENNAN
Sono il Principe Azzurro. Le mie braccia e gambe mi sono state strappate dal corpo. Anche se la parte cervicale della mia spina dorsale è intatta, se avessi un sistema respiratorio funzionante, i miei polmoni si sarebbero riempiti di tessuti umani liquefatti.

Brennan guarda Angela con un grande sorriso. Angela è preoccupata.

E pure noi un pochino, a dirla tutta, soprattutto visto il passaggio che segue tra lei e Booth durante le indagini che portano i nostri due sul luogo di lavoro della vittima, in compagnia di una sua collega, Bianca Chiverton.

Bianca indica un poster di sgargianti orsetti rimbalzanti.

BOOTH
Parker li adora! Ne avrà una dozzina di quelli.
BIANCA CHIVERTON
Sono ancora molto richiesti, come ogni idea di Debbie. Non posso credere che sia morta.

Brennan guarda il poster perplessa.

BRENNAN
Cosa fanno?
BOOTH
Rimbalzano.
BRENNAN
Tutto lì? Quale è la funzione dell’orso?
BOOTH
La faccia. La faccia da orso. I bambini adorano giocare con gli orsi.
BRENNAN
Non dovrebbero. Hai idea di quanti attacchi mortali da parte degli orsi si verificano in nord America ogni anno?
BOOTH
Non parlerai alla bambina così, vero?
BRENNAN
Certamente non la incoraggerò a giocare con gli orsi.
BOOTH
Ok, niente orsi. Conigli.
BRENNAN
I conigli possono diffondere malattie. Infatti il 34 per cento di…
BOOTH
(torna alle indagini e si rivolge a Bianca) Da quanto tempo Debbie lavorava per voi?

Ma le scene divertenti di questo episodio non si limiteranno a questa appena descritta, infatti nel corso delle side troviamo un’accoppiata alquanto bizzarra seguire le indagini sul campo.

BIANCA CHIVERTON
Questo è il luogo dove sviluppiamo i prototipi dei nuovi prodotti. Avrò bisogno che mi firmiate un modulo di non divulgazione prima di entrare.
BOOTH
Non posso farlo. Sono dell’FBI, quello che facciamo è indagare.
BIANCA CHIVERTON
Allora non posso farvi entrare nel laboratorio.
DAISY
Possiamo sempre far chiudere l’edificio mentre aspettiamo un mandato, se è questo ciò che preferisce. La stampa amerebbe di sicuro una storia del genere.

Bianca non vuole una cosa del genere. Fa scorrere il cartellino e apre il laboratorio. Booth lancia uno sguardo a Daisy.

DAISY
(a Booth) Era pertinente, vero?
BOOTH
Io faccio il poliziotto, tu la scienziata.

Sì gente, avete letto bene, Daisy e Booth insieme sul campo. Anche questa potrebbe rivelarsi una situazione divertente o catastrofica… staremo a vedere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: