Lost, Bones e quant’altro: perché non una TV senza spoiler?

Con gli innumerevoli articoli che stanno uscendo in questo perisodo sul 100° episodio di Bones e sul Season Finale della quinta stagione, vi proponiamo un pezzo decisamente ‘fuori dal coro’ e, secondo noi, molto interessante.
Annie Stamell, dell’ Huffington Post, ci propone una bella analisi su questo delirante mondo che si aggira intorno agli spoiler.
Vi chiederete perché metterlo allora in questa sezione? Nell’articolo si fa accenno comunque ad alcuni spoiler che riguardano altre serie, che potrebbero rovinare la giornata a qualcuno di voi e non sia mai che lo staff di i-Bones voglia il vostro male!

Quindi, fan di Lost o Grey’s Anatomy, leggete a vostro rischio e pericolo…

La critica più recente sostiene l’unione tra Tv e Twitter, ma non è sempre felice luna di miele. Il pericolo con i social media e i fandom online è che gli spettatori siano così coinvolti negli show e sentano che l’interazione tra i vari produttori rende ciascuno partecipe del processo collettivo di creazione, che quando una serie televisiva molto amata prende una piega differente da ciò che ci si aspetta o si vuole, la delusione è cocente per quasi tutti coloro che sono coinvolti. Spesso questo processo comincia con qualcosa di semplice: gli spoiler.
Sono affascinata dal fenomeno e dall’ossessione che si ha per gli spoiler. Io stessa ho ceduto alla loro tentazione talvolta – non per tutti gli show, in ogni caso, sono selettiva nella mia caccia agli spoiler. A volte è inevitabile, se per esempio, un membro del cast ha ottenuto un pilot per un’altra rete (per esempio, quando Elizabeth Mitchell è stata presa per V, sapevo che le cose non sarebbero andate bene per il personaggio di Juliet in Lost). Tuttavia quando accade in alcuni show che hanno al loro interno relazioni a lungo termine e fan profondamente affezionati, gli spoiler sono una strada pericolosa da seguire.
Sì, questo è in parte un ritorno alla discussione sulle relazioni che si consuma nel dubbio “lo faranno o non lo faranno?”, ma è anche un investimento eccessivo di tempo nella scoperta dei segreti di uno show, senza permettere a questi segreti di svelarsi per come avrebbero dovuto. Non posso fare a meno di pensare alle reazioni contraddittorie e le teorie sul finale di quest’anno di Lost, ed all’avvicendarsi degli spoiler sul tanto annunciato centesimo episodio di Bones (che ho visto durante la proiezione tenutasi per la stampa), e chi non ha sentito di Katherine Heigl che lascia Grey’s Anatomy? (anche se mi chiedo se sia qualcosa di cui la gente ancora si preoccupa). Uno degli argomenti maggiormente dibattuti nelle discussioni sulle piattaforme dei social media e delle comunità online è probabilmente la quantità di informazioni errate immediatamente disponibili ed aggiungerei gli spoiler a questa categoria, essendo spesso equivoci, fuori dal contesto, esagerati o perfino sbagliati.

Mi rendo conto del perché esistano gli spoiler – mantengono alto l’interesse dei fan, lasciano tutti soddisfatti durante i mesi estivi e le pause settimanali tra i nuovi episodi. Ma questo è il punto: io lavoro in uno studio TV. Capisco il processo di sviluppo, so come funziona. Sono più di una semplice fan, perché mi trovo anche dietro le quinte. Mi trovo a cavallo del confine. E, lasciatevelo dire, è un confine bizzarro sul quale trovarsi sia da una parte che dall’altra, a maggior ragione lavorando in TV oltre a scrivere di TV.

Ma mi reputo fortunata in questo ambiente per l’opportunità di avere una doppia prospettiva, perché ho totale fiducia nel modo in cui gli show sono gestiti.
Mentre uno show televisivo è guidato da un produttore, ci sono moltissime altre persone che contribuiscono a questo show. E a dispetto di ciò che potete avere sentito, il network e lo studio esecutivo (quelli con “l’abito scuro” per intenderci), che sono coloro che possono imbrogliare con le anteprime realizzate dai produttori per un episodio, non sono persone cattive con idee cattive (io lo so, lavoro per alcuni dei migliori tra loro). Sono persone brillanti, investono molto nella visione creativa dello show, non solo in termini di risorse, dati demografici e soldi. Quindi, mentre siete seduti (o in piedi) in attesa di un episodio particolarmente cruciale di Glee, Chuck o The Vampire Diaries, o di qualunque show a cui siete devoti, vi prego di ricordarvi di questa cosa: abbiate fede nei creatori e confidate nel fatto che sapranno soddisfarvi, qualunque siano i passi che dovrete anche controvoglia seguire lungo il cammino.
Quindi, per quanto riguarda il centesimo episodio di Bones (uno show che ho più volte citato per la più ostinata ed appassionata ‘fanbase’ online che io abbia mai visto e probabilmente il mio caso preferito di studi sulle comunità di fan su Internet) non darò nessuno spoiler, non farò allusioni o citazioni fuori contesto perché le persone possano dissezionarle ed agonizzarci davanti. Per apprezzare un opera d’arte bisogna vederla nella sua integrità e la TV non è forse un’altra forma d’arte? Sicuramente ho apprezzato l’episodio, è stata un’ora dannatamente buona di televisione che vi suggerisco di guardare. Ma questa è la mia opinione e tutto ciò che dirò a riguardo. Possiamo parlare dell’episodio dopo la messa in onda che avverrà il mese prossimo. Allora vi renderete conto di quanto felici vi abbia resi lo stare senza spoiler e il l’aver smesso di speculare e teorizzare.

Diamine questo vale anche per i fan di Lost (e mi includo in questo comitiva delirante). Non vale la pena spendere tempo ed energia speculando ed affliggendosi su qualcosa che non potete in nessun modo controllare. Non ha importanza quante volte provate! Dopotutto, (e questa cosa tornerà a tormentare qualcuno di noi), la definizione di follia è sempre la stessa ma ci si aspetta ogni volta un risultato differente.

Fate un paio di respiri profondi. Godetevi la vostra televisione. Magari provatela senza spoiler.

Traduzione: PenelopePepe & omelette73
Fonte: The Huffington Post

2 Commenti

  1. Penelope

    bisogna riflettere sul serio sull’utilità di spoilerarsi…io resito al massimo un paio d’ore per volta ma è già qualcosa.

    Replica
  2. hollygreenbones

    personalmente ritengo che dal momento che gli spoiler esistono alcuni fan (cme me) non possano fare a meno di leggerli. certamente sarebbe molto bello se ci fosse l’effetto sorpresa…ma sono sicura che gli autori e coloro che si occupano della pubblicità, ecc sappiano in realtà come mantenere segrete alcune informazioni per non disinteressare il pubblico al momento della messa in onda.

    Replica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: