Episodio 6×07 The Babe in the Bar

Dolcissima puntata la 6×07, nel senso “cioccolatoso” del termine.
Sì, perché il settimo episodio di questa sesta stagione, dal titolo “The Babe in the Bar” (La ragazza/pupa nella tavoletta), ci porterà direttamente in una fabbrica di cioccolato, la Walpert Chocolate.

Le prime scene ci mostreranno l’evento che il proprietario della fabbrica, Jimmy Walpert, sta sponsorizzando: la tavoletta di cioccolato più grande del mondo.
Purtroppo, però, i vaghi rimandi al fantastico mondo di Willy Wonka o all’immagine dei buffi Umpa Lumpa dureranno poco, lasciando il posto a una scoperta raccapricciante.
Gli impiegati della fabbrica, infatti, intenti a tagliare la barretta di fronte alla folla accorsa, rivelerà il suo ripieno: i resti di un corpo in decomposizione.
Il nostro duo, naturalmente, verrà inviato sul posto con l’aiuto di Cam.

BRENNAN
(riferendosi al bacino/zona lombare inferiore) L’osso iliaco suggerisce che è una donna. I primi stadi di spondilosi indicano una fascia di età tra i 25 e 30 anni.
BOOTH
Sei incredibile, Bones.
BRENNAN
La mia abilità nell’identificare così velocemente il sesso e l’età delle vittime è una questione di esperienza.
BOOTH
Intendo dire che non sei scioccata da una tavoletta di cioccolato con un ripieno di crema umana.
BRENNAN
Sono impressionata, allo stesso modo, dal fatto che sia la più grande barretta di cioccolato al mondo.
CAM
Se qualcuno vuole fare qualche battuta su “la morte di cioccolato*”- dovrebbe farla ora. (*n.d.t.: Il termine in inglese è “death by chocolate”, utilizzato per definire chi indulge in qualcosa di dannoso per golosità pur essendo consapevole delle conseguenze.)
BRENNAN
Se per “morte di cioccolato”, intendi che la vittima è annegata in questo cioccolato prima che si indurisse, può essere una possibilità.
CAM
Non sto suggerendo niente. So fare meglio che suggerire.
BOOTH
Qualche possibilità che sia un Umpa Lumpa?
BRENNAN
Non so che cosa sia.

E durante questi primi rilievi il trio viene raggiunto dal proprietario della fabbrica e un suo collaboratore, Scott Kimper.

SCOTT KIMPER
Scott Kimper. K-I-M-P-E-R. Ingegnere Capo Cioccolataio.
BOOTH
Non sapevo che fare cioccolato richiedesse un’ingegneria.
SCOTT KIMPER
Produrre cioccolato è una scienza vera e propria.
BRENNAN
(bisbigliando) No, non lo è. E’ una tecnica che necessita varie discipline scientifiche: fisica, chimica…

E dopo queste puntualizzazioni della nostra Brennan, i due confermano che durante la preparazione liquida del cioccolato non erano presenti assolutamente cadaveri, come pure durante i controlli durante la solidificazione della barra nel corso della settimana.

Mentre le indagini iniziano ci imbattiamo in uno scambio molto interessante tra Hodgins e Angela riguardo al bambino che stanno aspettando. Per coloro che hanno già visto la premiere di questa sesta stagione sarà sicuramente noto il fatto che i due hanno deciso di aspettare almeno il primo trimestre per rivelare la notizia a tutti… o meglio, Angela ha deciso di farlo. Hodgins ha accettato ma si è già dimostrato, nel primo episodio, impaziente di informare chiunque.

HODGINS
No. E’ importante. Voglio farlo stasera al Founding Fathers con cibo e da bere. Dovremmo fare una festa.

E’ una cosa molto dolce. Lei lo adora e gli dà un bacio.

ANGELA
Dirò a tutti di venire.

Un altro bacio e Hodgins se ne va, superando Cam.

HODGINS
(a Cam) Angie deve chiederti qualcosa.

E va via.

ANGELA
Hodgins vuole dire a tutti che sono incinta. Stasera. Devi fingere di essere sorpresa, come se non lo sapessi. E se non ci riesci inventati una scusa.
CAM
Ci sono. Posso farlo.

Viene quasi da chiedersi se arrivati al settimo episodio ci sarà ancora qualcuno all’oscuro di questa bella notizia. Brennan sappiamo già che è stata informata da Angela nell’episodio 6×01. Grazie alle side scopriamo che Cam è già al corrente di tutto… resterebbe Booth che, intuitivo com’è, potrebbe averlo già capito e Sweets che, forse, sarà davvero l’unico a venire sorpreso dalla notizia.

Le indagini intanto hanno portato al nome della vittima, Harriet Soloway, impiegata alla fabbrica di cioccolato. Il proprietario e l’ingegnere vengono interrogati nuovamente e affermano di averla vista per l’ultima volta il lunedì, durante una riunione dello staff. La ragazza, a loro dire, doveva essere fuori città nei giorni successivi, in cui il cioccolato era stato versato e lasciato indurire, per questa ragione vengono richiesti i file dei dipendenti della fabbrica. Scott Kimper li informa inoltre che la vittima aveva una sorella in Virginia, Geneva Soloway.
Mentre B&B rintracciano la donna, al laboratorio le indagini proseguono a rilento a causa del cioccolato che intacca i resti.

VINCENT
Credo che dovremmo provare gli asciugacapelli. E’ un processo più delicato.
HODGINS
Ma in questo modo il cioccolato si scioglierà uniformemente e avremo meno possibilità di recuperare qualche prova all’interno.
VINCENT
Ma con gli asciugacapelli saremo in grado di localizzare la distribuzione del calore. Sono stati condotti test in Patzcuaro, Michoacan, Messico…
HODGINS
Io ora accendo la lampada per sciogliere il cioccolato ma più che altro per farti stare zitto.

E dopo qualche pagina ed esperimento:

VINCENT
Ma per prima cosa dobbiamo tagliare queste sezioni e congelarle finché non scopriremo un modo per estrarre il gas intrappolato dentro le bolle.
CAM
Eccellente. Lo faccia. Signor Nigel-Murry, se non avessi auto-controllo, la bacerei.

E Cam se ne va, Vincent la sogna senza auto-controllo. Dopo un attimo:

HODGINS
Nessun fatto interessante riguardo a questo?
VINCENT
Huh? Sì. La soddisfazione degli esseri umani sul fantasticare è direttamente connessa a… No. Nessun fatto.

Nel frattempo B&B sono riusciti a convocare la sorella della vittima all’FBI, dove le pongono qualche domanda per indagare sulla vita della ragazza.

Si scoprirà che la sorella ignorava l’impiego alla fabbrica di cioccolato di Harriet, come pure i suoi studi a una scuola di culinaria.

BOOTH
Secondo il suo curriculum, ha frequentato la Arrow Culinary Academy, e in seguito uno stage in una cioccolateria a New York…

Geneva prende un profondo respiro, sollevando una mano.

GENEVA SOLOWAY
Aspetti. Posso vederlo?
BOOTH
Certo.

Lui le porge il curriculum. Lei lo guarda e scuote la testa.

GENEVA SOLOWAY
Queste sono bugie. Tutte bugie. (li guarda) Questa è la sua fotografia e questo è il suo nome. Ma questo curriculum… questo non è suo.

Una decina di pagine dopo Booth e Brennan interrogano un ex datore di lavoro della vittima, nonché ex fidanzato, Lawrence Bellomo.

BOOTH
Le registrazioni telefoniche mostrano che lei ha chiamato Harriet. Ripetutamente.
LAWRENCE BELLOMO
Volevo solo parlare con lei, va bene? Stavo passando un brutto momento.
BOOTH
Perché aveva rotto con lei?
LAWRENCE BELLOMO
Per questo e per i miei affari… stava andando tutto storto nello stesso momento, capite cosa intendo? Una tempesta perfetta.
BOOTH
Cosa è successo?
LAWRENCE BELLOMO
Ho assunto Harriet circa un anno fa, abbiamo iniziato a vederci. Pensavo ci saremmo sposati.
BRENNAN
(a bassa voce a Booth) Devi ammettere che suona come un buon motivo per uccidere.
BOOTH
Tu credi?
BRENNAN
(a Lawrence) Vada avanti.
LAWRENCE BELLOMO
Tutto andava alla grande. Sei mesi dopo, dal nulla, mi ha scaricato. Chiuso. Dicendo che aveva bisogno del suo spazio. Cosa accidenti vuol dire?
BRENNAN
Niente. Spazio è neutrale o, in alcuni casi, negativo ma non può essere dedotto, quindi…
BOOTH
(a Lawrence) Vada avanti.
LAWRENCE BELLOMO
Beh, visto che un cuore spezzato non era abbastanza, un mese dopo, ho perso il contratto con il mio più grande distributore.

Brennan sembra contenta di tutto questo.

BOOTH
Quanto sapeva della sua vita privata? Della sua storia?
LAWRENCE BELLOMO
Quello che mi ha raccontato. E sua sorella. Conosco anche sua sorella. L’ho “conosciuta”.
BOOTH
E’ andato a letto con sua sorella?

L’uomo rivelerà di aver incontrato la vittima grazie alla sua precedente relazione con Geneva e che, dopo averla lasciata per mettersi con Harriet, le sorelle, che già si detestavano in precedenza, ebbero ulteriori discussioni.
Booth, quindi, torna a interrogare Geneva, che riferirà che la sorella, fin da piccola, aveva la tendenza a mentire e recitare delle parti per ottenere quello che voleva. Il suo modo di fare e il fatto che nessuno se ne accorgesse la rendevano gelosa di Harriet ma, affermerà anche che, nonostante tutto questo, non l’avrebbe mai uccisa.
Le piste seguite per il caso, però, porteranno su una nuova strada, quella dello spionaggio industriale, attività che, apparentemente, la vittima svolgeva per la Charleston Chocolate, altra fabbrica di cioccolato, che l’aveva assunta per infiltrarsi alla Walpert Chocolate.
La sua reale datrice di lavoro, Gail Slevin, rivelerà a Booth che Harriet aveva il sospetto che Jimmy Walpert l’avesse scoperta, ed era preoccupata per lei conoscendo il temperamento dell’uomo.
Booth e Brennan si ripresentano quindi alla fabbrica di quest’ultimo, dove Jimmy si dimostrerà poco collaborativo e verrà arrestato da Booth per minacce a un agente federale.
Durante l’interrogatorio, però, l’uomo sembra scoprire la reale mansione di Harriet nella sua fabbrica.

JIMMY WALPERT
Quella piccola puttana. Cosa gli ha detto? (sbattendo la mano sul tavolo) Cosa gli ha detto?!
BOOTH
Stia calmo.
JIMMY WALPERT
Non mi dica di stare calmo. Questa azienda è la mia vita! Portate qui Scott! Se le ha mostrato qualcosa, se le ha fatto vedere un maledetto scontrino…
BRENNAN
Cosa ha a che fare con questo Scott?
JIMMY WALPERT
Cosa pensate che abbia a che fare? Lui è il cioccolataio! Io mi preoccupo degli affari, ma lui è quello che supervisiona le nuove formule. Io sono solo il volto, come il Colonnello (n.d.t. ci si riferisce all’uomo che presta il volto alla Kentucky Fried Chicken conosciuto negli USA come il Colonnello), eccetto che il mio vestito è molto più bello.

E tutti gli indizi raccolti durante il caso porteranno Booth e Brennan a capire che è lui l’assassino, Scott Kimper.
Lui e la vittima, infatti, avevano una relazione clandestina dato che l’uomo era sposato, ma Scott era innamorato al punto che aveva deciso di lasciare la moglie e chiedere ad Harriet di sposarlo.

SCOTT KIMPER
Diceva di amarmi. Mi fidavo di lei.
BOOTH
Lei non era il primo Scott.
BRENNAN
Lavorava per la Charleston Chocolate.
SCOTT KIMPER
Ho condiviso tutto con lei – le mie ricette, ogni cosa. Ora è tutto perduto…

Guardano Scott distrutto. Dopo un momento:

SCOTT KIMPER
Se non ci fosse stata dentro lei, quella tavoletta di cioccolato sarebbe stata la più buona mai fatta.

Così si chiuderà il caso di questo episodio, con la bocca amara nonostante la dolcezza del cioccolato. E ci viene aperta, nell’ultima pagina di queste side, la finestra per l’inizio del finale d’episodio.

Booth e Brennan si dirigono al Founding Fathers.

BRENNAN
Lui l’ha uccisa perché l’amava?
BOOTH
Si è innamorato di una finzione. Quando l’ha scoperto non è stato in grado di gestirlo.

Ennesimo discorso sull’amore che forse, a questo punto della stagione, viste le vicissitudini delle prime puntate, potrebbe assumere un’importanza particolare…

Staremo a vedere, in attesa delle prossime side.

A cura di: Chemistry

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: