4×14 Un fantasma dal passato (The hero in the hold)

IL BECCHINO RITORNA E RAPISCE BOOTH

Brendan Fehr Guest-Star

Quando Brennan, Hodgins e lo scrittore Thomas Vega vengono convocati da un Giudice Federale insieme ad  un Procuratore degli Stati Uniti a proposito delle indagini sul Becchino, vengono informati che alcune prove riguardanti il caso sono andate smarrite.
Dal momento che Brennan e Hodgins sono state le ultime vittime del criminale e che Thomas Vega vi stia scrivendo sopra un libro, i tre diventano i primi sospetti per il furto delle prove.
Tuttavia, quando Brennan e la sua squadra ricevono una telefonata dal Becchino che li informa di aver sepolto vivo Booth, al quale rimangono solo 21 ore di ossigeno, il Becchino minaccia di lasciarlo morire se non gli consegneranno le prove mancanti.
La Squint Squad si reca immediatamente a casa di Booth ad ispezionare la scena del crimine, e, consigliati da Sweets, temendo per la vita dell’Agente, decidono di agire all’insaputa delle autorità, come richiesto dal malvivente.
Mentre Booth tenta di liberarsi dalla sua prigione, la squadra riunisce le forze per localizzarlo in una gara contro il tempo…

Cast: Emily Deschanel è la Dr.ssa Temperance Brennan; David Boreanaz è l’Agente Speciale dell’FBI Seeley Booth; TJ Thyne è il Dr. Jack Hodgins; Michaela Conlin è Angela Montenegro; Tamara Taylor è la Dr.ssa Camille “Cam” Saroyan; John Francis Daley è il Dr. Lance Sweets

Guest Cast: Brendan Fehr è Jared Booth; Marisa Coughlan è l’Agente Payton Perrotta; Deirdre Lovejoy è la Procuratrice degli USA Heather Taffet; Noel Fisher è il caporale Teddy Parker; Richard Licata è il Giudice Williams; Marco Sanchez è Thomas Vega; Sarah Allan è Claire.

Curiosità
  • Questo è il secondo episodio di Bones in cui compaiono Brendan Fehr nei panni di Jared, il fratello di Booth (l’avevamo già visto in 4×09 “Scambio d’identità”), e Marisa Coughlan nei panni dell’Agente Payton Perrotta (l’avevamo già vista in 4×13 “Scontro sul ghiaccio”).
  • L’attore che interpreta Thomas Vega (Marco Sanchez in questa occasione), nonostante una spiaccata somiglianza, non è lo stesso che lo interpretò nell’episodio 2×09 “Sepolti vivi” in quanto, all’epoca, Benito Martinez era impegnato in un’altra serie.
  • Questo episodio è stato il primo di Bones a ricevere una nomination agli Emmy Awards, nel 2009, per la categoria Outstanding Art Direction For A Single-Camera Series.
  • Errore: Per liberarsi dal “sottomarino” giallo, Booth usa la sua chiave per allentare i bulloni a cui erano state strette le viti, ma, evidentemente, queste non potevano essere chiuse rimanendo all’esterno, quindi era impossibile che il Becchino avesse potuto rinchiuderlo in quel modo…
  • La registrazione della telefonata del Becchino di quando Brennan e Hodgins vennero seppelliti vivi che Angela ascolta per paragonarla a quella del rapimento di Booth, non è la stessa che Booth aveva ricevuto sul suo telefonino nell’episodio 2×09 “Sepolti vivi”.
  • In questo episodio scopriamo il motivo per cui Booth abbia chiamato suo figlio Parker.
    Al tempo in cui era un cecchino, Booth lavorava in coppia con un ragazzo chiamato Teddy Parker, che gli faceva da spotter. Ha chiamato suo figlio in memoria di lui perché Teddy morì sotto i suoi occhi, lasciando Booth con il senso di responsabilità per la sua morte.
  • Allusioni: Nella versione originale Booth dice: “Senza offesa, ma sai, sono stato drogato, colpito con una scarica elettrica e infilato in un giocattolo dei Beatles…”
    Il congegno in cui Booth è stato ‘infilato’ è molto somigliante al sottomarino giallo del lungometraggio animato del 1968 dei Beatles “Yellow Submarine”, che è anche il titolo di un album e di una loro canzone.
Colonna Sonora
  • “When The Pain Dies Down”, Chris Stills (durante la scena finale con B&B al cimitero)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: