Episodio 5×09: “Gamer in the Grease”

Questa volta l’omicidio sul quale Booth e Bones investigheranno avrà luogo nel mondo dei giocatori di videogames.
Il campione mondiale di un gioco chiamato Punky Pong, Steve Rifton, che nella vita reale faceva il postino, viene trovato ucciso.

Ovviamente Sweets è coinvolto nel caso ed è particolarmente interessato visto che sappiamo che lui è un appassionato di videogames. (Ricordate? Questa cosa fu accennata da April, la sua ex-ragazza nell’episodio 3×10 “The Man in the Mud”, decimo episodio della terza stagione)

Ma passiamo ad alcuni dei dialoghi dell’episodio.

Breve scambio con la moglie della vittima e Booth e Brennan
BOOTH
Aveva nemici?
JILL RIFTON
Certo. Le migliaia di persone che ha battuto per il titolo mondiale. È uno sport molto competitivo.
BRENNAN
L’agente Booth non prenderà mai in considerazione Punky Pong, come uno sport.
[…]
BOOTH
Aveva dei problemi sul lavoro?
BRENNAN
Forse evitava i suoi doveri per giocare con i suoi giochi?
JILL RIFTON
Steve non sarebbe mai diventato ministro delle poste, questo è certo. Aveva un QI molto elevato e sapete come possono essere queste persone. Con la mente altrove.
BRENNAN
Non penso assolutamente sia vero.

Altro piccolo intermezzo con l’interrogatorio di un ragazzino e di sua madre. La donna viene interrogata perché aveva sporto denuncia contro la vittima, il loro postino, perché l’aveva colto a fissare suo figlio. Il bambino è autistico ed ha un talento naturale con i video game, Brennan e Booth spiegano alla donna che l’uomo non era un pervertito, ma che probabilmente fissava il bimbo affascinato dalle sue capacità di giocatore di video game.
Alla fine si veine a scoprire che la madre del piccolo è l’assassina.
La vittima aveva chiesto alla donna di poter riprendere il figlio mentre giocava, lei acconsente, ma poi uccide Steve Rifton con una mazza da golf, convinta che l’uomo abbia approfittato dell’unico talento del suo bambino autistico per un vantaggio personale.

BOOTH
Scusa? Doug Greenfield?
– Il ragazzo continua a giocare. –
Sono l’agente Booth. Dell’FBI.
BRENNAN
Fagli vedere la pistola, ai bambini piacciono le pistole.

Divertente scambio tra Sweets ed una ragazza, fuori da un cinema.

[…]
TORY PAYNE
Sei uno studente del primo anno di psicologia o roba simile?
SWEETS
Una cosa simile. Non del primo anno comunque. Mi chiamo Lance.
TORY PAYNE
Nome molto fallico. Lance. Io mi chiamo Payne. Se il tuo nome è accurato come il mio, allora dovremmo diventare più intimi.
SWEETS
Oh, beh, questo… ho una ragazza.
TORY PAYNE
Allora? Io ho un ragazzo. Ma non verrà a questo film. È la tua ragazza?
SWEETS
No.
[…]
Sweets è seduto con Tory sul marciapiede di fronte ad una tenda e lei flirta con lui. Lo vuole. A lui piace, ma lo rende nervoso.
TORY PAYNE
Non mi sarei mai aspettata che un vero strizzacervelli fosse in fila per vedere Avatar.
SWEETS
La mia professione non mi preclude l’essere affascinato dalla fantascienza e dal fantasy.
TORY PAYNE
È questo ad essere sexy. La tenda è chiusa, vero? Nessuno può entrare.
SWEETS
Cosa? Oh. Non penso che una chiusura lampo sia sicura in verità. E comunque ho una ragazza.
TORY PAYNE
Così hai detto.

E lo bacia. Un bel bacio. Un bacio in cui il cervello si spegne e non puoi dire no.
Dopo un momento molto, molto piacevole per Sweets, torna in sé e si sposta.

SWEETS
Che è successo? Non sarebbe dovuto accadere.
TORY PAYNE
Lo so, è come quella scena in Panet Eternity in cui si scopre che quella ragazza è un cyborg. Non te lo saresti mai aspettato.

E fa per baciarlo di nuovo. Lui si sposta afferrando il cellulare mentre lei si china ancora verso di lui.

TORY PAYNE
Aiuterebbe se vedessi ancora i miei tatuaggi?

Mentre comincia a sollevare la sua maglietta. Sweets nel telefono

SWEETS
Ehi, dove siete ragazzi?

Ma l’idillio sembra di breve durata e indovinate verso chi si rivolge Tory?

FISHER
Scusa amico, tutto bene?
SWEETS
Certo. Assolutamente. Certo, certo.
(rivolto a Betsy, il vero nome di Tory)
Lui è Fischer.
TORY PAYNE
Sei anche tu uno strizzacervelli?
FISHER
No, un antropologo forense.
SWEETS
Lavora con i morti.

Tory è molto interessata a Fischer. Molto interessata.

TORY PAYNE
I morti? Davvero?
FISHER
Cosa posso dire, ci vado d’accordo.
TORY PAYNE
Vuoi vedere i miei tatuaggi?

Altro scambio B&B, che sembra essere in finale di puntata. Booth e Brennan sono in piedi di fronte ad un gioco.

BRENNAN
Come decidiamo chi comincia per primo?
BOOTH
Dovresti cominciare tu.
BRENNAN
Perché?
BOOTH
Perché una volta che comincio potrebbero passare ore (prima che tocchi a te).
BRENNAN
E se lo facessi io.
BOOTH
Non hai mai giocato. Sarai morta in meno di un minuto.
BRENNAN
Comincerò io. E sarai tu quello a guardarmi giocare per ore.

Brennan comincia a cercare come accendere il gioco.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: