i-Bones va “in pensione”

Booth e Brennan salutano dal molo

Oggi i-Bones compie 11 anni.
Undici anni fa, il 4 dicembre 2006, era anche il giorno in cui andava in onda per la prima volta in Italia l’episodio pilota di Bones.
Nonostante ci lavorassi ormai da mesi, nella mia mente il sito non era ancora pronto per essere pubblicato, c’erano mille cose che volevo prima finire di sistemare, mille altre ancora che volevo aggiungere, ma siccome prima o poi avrei dovuto pubblicare e non poteva esserci data migliore di quella per farlo, presi il coraggio a due mani e mi lanciai nel buio di quella nuova avventura.
Mai e poi mai, neanche nelle mie più ottimistiche previsioni, avrei potuto immaginare dove questa mi avrebbe condotto.
Dovete considerare che parliamo di un’epoca in cui i social media praticamente non esistevano, il web pullulava di fan-sites che spuntavano come funghi, i siti si programmavano ancora in html e il punto di aggregazione più “social” a cui i fan di telefilm potessero aspirare erano i neonati “forum di discussione” (ve lo ricordate il nostro? Esiste ancora!), che avevano da poco iniziato a sostituire le “mailing list”. Roba che a parlarne oggi sembra quasi preistoria. (Mai consultata la pagina STORIA di questo sito?)

Questo sito è, nel bene e nel male, sopravvissuto a: una rivoluzione tecnologica, l’avvento dei social media, l’estinzione dei fan-site, la riduzione dell’attenzione da parte dell’utente medio, lo scempio della programmazione italiana, la discutibilità di scelte narrative che hanno diviso un fandom (season 6 anyone?) e speditone metà dritto dritto nelle braccia del diretto concorrente (6 lettere, inizia per CAS e finisce per TLE). Le persone che vi hanno gravitato intorno in questo lasso di tempo si sono: trasferite (ripetutamente), laureate (svariate volte), hanno cambiato lavoro (più di uno), sposate (spero per loro una volta sola), hanno avuto figli (che già vanno a scuola) e qualcuno è andato addirittura in pensione.
Oltre a me, una sola persona è rimasta del gruppo del 2006. Altre tre “superstiti” vengono dal gruppo del 2008/2009, ma per il resto il rinnovo generazionale è stato quasi totale. Molti si sono stufati e hanno abbandonato la serie molto prima della sua fine e onestamente non li biasimo. Undici anni sono una vita, specialmente per chi – come l’80% dei nostri utenti – nel 2006 era poco più che un adolescente. Io stessa ho avuto più di un momento in cui, alle prese con scelte di vita abbastanza radicali, ho vacillato e se non fosse stato per il resto dello staff che ha continuato a mandare avanti la baracca, adesso non saremmo qui a parlare dell’undicesimo compleanno.

Ad ogni modo, dopo 11 anni di onorato servizio, è arrivato anche per i-Bones il momento di andare in pensione.
Cosa vuol dire, esattamente, per un fan-site “andare in pensione”?
Nel nostro caso abbiamo deciso di smettere di postare news sul sito perchè dopotutto non solo la produzione della serie in America è finita da un anno (14 dicembre 2016), ma essendo ormai andata in onda anche in Italia l’ultima stagione, di notizie vere e proprie sulla serie ce ne sono davvero poche ormai e quelle poche possono tranquillamente passare attraverso i nostri canali social.
Quelli sì, almeno la pagina Facebook e il canale Twitter li lasceremo aperti. Non aspettatevi l’aggiornamento quotidiano a cui vi abbiamo abituato negli anni, ma se ci saranno news rilevanti speriamo di poter essere ancora una volta noi a darvele (e prima che lo chiediate, no, ancora non lo sappiamo quando usciranno i dvd della stagione 12 in italiano, ma non appena ci arriverà la voce ve la passeremo, parola di lupetto! ;)

Tempo ed energie permettendo, l’idea sarebbe quella di modificare leggermente l’impostazione del sito in modo da dare più rilevanza alla Guida Agli Episodi piuttosto che alle News perchè comunque il sito rimarrà online e sarà disponibile per la consultazione il più a lungo possibile, finchè i fondi lo permetteranno. A tal proposito, consentitemi di ricordarvi che per aiutarci è sufficiente aprire il sito di Amazon cliccando su uno dei nostri banner quando dovete fare un acquisto su quel portale, anche se non si tratta di oggetti legati a Bones, l’importante è aprire il sito cliccando sui nostri banner. Se preferite invece un metodo più diretto, potete sempre effettuare una classica donazione tramite Paypal o carte di credito.

In tema di donazioni, siamo orgogliosi di informarvi che la campagna #BonesFarewell per l’addio a Bones da noi lanciata l’anno scorso, proprio oggi ha superato quota 2.000$ raccolti in favore dell’associazione per la ricerca contro il cancro nei bambini The Children’s Tumor Foundation. Maglie, felpe e gli altri accessori saranno ancora disponibili per l’acquisto (QUI) fino a fine dicembre. Nel frattempo la mappa dei fan partecipanti sta prendendo forma (QUI) e se la vostra foto ancora non compare non esitate a mandarcela!  I risultati finali saranno comunicati su Twitter con hashtag #BonesFarewellCampaign.

Con questo si chiudono le “comunicazioni istituzionali”, lascio ora la parola ad alcune delle persone che in questi anni hanno contribuito nelle forme più svariate non solo alla realizzazione del sito, ma soprattutto alla creazione e al mantenimento di quella che per una manciata di anni è stata una delle più belle community di fan di telefilm in Italia.
Che siate assidui lettori di questo sito o semplici passanti, vi invito con tutto il cuore a lasciare un commento o anche un semplice ringraziamento nei confronti loro e di tutte le altre persone che a vario titolo e in diversa misura hanno messo a disposizione il loro tempo e le loro abilità per contribuire a mantenere vivo questo progetto per la bellezza di 11 anni.
Non so quante ne conosciate voi di realtà amatoriali così longeve e così prolifiche, ma una cosa è certa: quello che abbiamo avuto qui è stato qualcosa di Speciale che non sarà facile trovare altrove.

GRAZIE A TUTTI

 

Caro iBones,
Ho pensato e ripensato a cosa dire, ma come si fa a scrivere una lettera d’addio dopo che ci siamo frequentati per così tanto tempo?
Mi hai regalato sogni, emozioni, amici che sono diventati molto più di “one kind of family”. Eppure è finita.
Ti confesso, caro iBones, che ogni tanto ti penso. Ogni volta che nasce uno show nuovo, ogni volta che esce uno scoop importante. Inconsciamente sono lì a cercare il nome di Bones fra le righe per potertelo raccontare. E poi invece mi ricordo che no, non c’è più niente da dire, da fare.
E allora ti saluto, caro amico mio, fonte di gioie e dolori, testimonianza reale che quello che abbiamo passato insieme non era un sogno ma qualcosa di reale che rimarrà sempre nel mio cuore.
Buona vita iBones. Và a raccontare le nostre emozioni a tutti.
Grazie di tutto,
Cris


“There’s more than one kind of family”. Bones ci ha detto questo in una delle sue citazioni più famose e secondo me non c’è nulla di più vero. Grazie a Bones e grazie ad i-Bones ho trovato una seconda famiglia, anzi due: una fatta di personaggi fittizi che nel corso delle stagioni sono diventati come degli amici stretti e una in carne ed ossa, fatta di persone reali e dalle mille sfaccettature. Con queste persone ho condiviso gli anni della mia adolescenza e anche qualcosa in più. Ringrazio, inoltre, la community che ha letto e commentato le news, alimentato discussioni che hanno permesso – non solo a me – di arricchire le mie passioni e perché no, di migliorarmi.
Mars


Alla fine cosa mi lasci Bones? Dopo tante emozioni guardando uno schermo quello che mi resta sono tanti pezzetti di quel monitor e una rete di amicizie che lo ha frantumato con il desiderio di conoscersi, condividere e divertirsi.
Grazie,
Chemistry – Lidi


Inevitabilmente la fine di Bones porta con se, la fine di quel fantastico mondo chiamato I-Bones; perchè se Bones nella mia vita non è stato solo un telefilm, I-Bones non è stato un semplice sito, ma un posto che nei suoi lunghi anni di attività mi ha dato e lasciato tanto, in termini di amicizie, esperienze e crescita, è stata una sorta di casa.
Perciò arrivati alla fine di questo lungo percorso posso solo dire: grazie I-Bones, per tutto, grazie a chi l’ha creato, a chi ha collaborato e chi è stato solo di passaggio per qualche breve o lungo periodo.
Romina / Romi10


Bones, dodici anni di storie e dodici anni di vita.
Bones, per me, non è solo una series, ma è, soprattutto, incontri, amicizia, conoscenze che sono stati e sono importanti e cui tengo molto.
Un caro saluto a tutte voi e un abbraccio affettuoso,
Sella


Invidio chi, prima di me, è riuscito così linearmente ad esprimere sentimenti così forti.
Dopo giorni e giorni passati a cercare di decidere cosa poter scrivere in questo pensiero, io mi sono finalmente arresa all’idea che niente che io possa dire riuscirà mai ad essere conclusivo, nè a riassumere quello che i-Bones è stato per me.
La definizione “palestra di vita” è forse quella che più ci si avvicina perchè è un’esperienza che negli anni mi ha dato modo di sperimentarmi negli ambiti più disparati, da quelli più tecnici a quelli relazionali. Quello che ha reso i-Bones così speciale sono state davvero le persone che ne hanno fatto parte e anche se inevitabilmente negli anni la maggior parte si sono perse lungo la strada, essere uniti nel nome di questa stessa serie tv, una cosa così banale eppure così introspettiva per ciascuno di noi, ci ha dato quella marcia in più per creare quel posto speciale che molti di noi si ricorderanno per il resto delle loro vite.
Non posso quindi non concludere che ringraziando tutti coloro che, negli anni, hanno deciso di unirsi a me in questa avventura: senza di voi non ci sarebbe stato i-Bones.
Un ringraziamento ancora più speciale, però, va alle ragazze dello staff, quello nuovo e quello vecchio, per aver condiviso con me questo progetto, per il tempo e l’impegno profuso e per avermi coperto le spalle anche quando ero metaforicamente a terra, portando avanti la baracca sempre e comunque. Per questo e per tutto quello che non so esprimere a parole, GRAZIE.

Bea (xhio)

2 Commenti

  1. Mary (@erienne1983)

    Un saluto a tutti e un ringraziamento per l’esperienza vissuta e le conoscenze fatte attraverso questo sito. Porto e porterò sempre “Bones” e i ricordi legati ad esso nel cuore!

    Replica
  2. sandra bittolo bon

    Grazie

    Replica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: