(a cura di Sella)

Il primo episodio della quinta stagione è, forse, quello che mi ha colpita di più nel suo chiudere la trama aperta dalla stagione precedente e lanciare le linee dell’attuale.
A mio modesto parere, non dovremo mai dimenticare quanto abbiamo visto e quanto ci è stato detto in questo episodio: due persone, profondamente ferite dalla vita, stanno trovando una strada comune, per cui una, Booth, si sente spinto a comunicare il suo sentimento, mentre l’altra, Brennan, colei che, come esplicita Avalon, per essere stata abbandonata ha elaborato una tale disistima di sé da convincersi di non poter essere degna d’essere amata, sul versante dei sentimenti profondi è incapace a prendere l’iniziativa.
Brennan alla dichiarazione di Booth è sorpresa, ma per me non aspetta altro che egli le vada incontro, concluda la sua dichiarazione. Ma a lui manca il coraggio, ha paura d’essere rifiutato (a sua volta, ferito per l’ennesima volta) e reso incerto dalle esortazioni di Cam e di Sweets (ma perché non ha parlato con Angela?), dall’incontro con il clown, si tira precipitosamente indietro.
I due si rifugiano immediatamente negli atteggiamenti rassicuranti e protettivi (quanto in tutto questo ha giocato il loro reciproco orgoglio?), ANCHE se Avalon ci offre la soluzione finale: happy ending!

Continua a leggere le riflessioni di Sella >>

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: