ANGELA: Grazie per aver aspettato che finissimo di mangiare per mostrarci quel trucchetto, Booth.

**************************

CAM: Dr.ssa Brennan? E’ bello avere un’introspezione sulla vittima, ma non sono certa che questa linea di indagine conduca al suo assassino.
BRENNAN: Io…io sento che lo farà.
ANGELA: Ok. E’ un po’ strano che tu lo abbia detto, tesoro, ma è una buona cosa.
HODGINS: (sottovoce ad Angela) Una buona cosa?!? Se avessi detto qualcosa del genere lei mi avrebbe staccato la testa!

**************************

BOOTH: Quello che la Dr.ssa Brennnan intende dire è come possa una persona di una tale importanza semplicemente scomparire…
BRENNAN: …così…silenziosamente.
DR. GADH: “Vi mosterò la paura in una manciata di polvere”. T.S. Eliot. Noi in realtà non temiamo la morte. Temiamo che nessuno noti la nostra assenza. Di scomparire senza lasciare una traccia.

**************************

SWEETS: Ti stai identificando troppo con la vittima. Brillante scienziata, non sposata, senza figli, consumata dal suo lavoro. Non riesci ad evitare di fare paragoni con la tua stessa vita.

**************************

MICAH: E’ sveglia perché è intellettualmente invigorita o perché è preoccupata?

**************************

MICAH: Sta riflettendo ad alta voce? In 9 anni che la conosco, non l’ho mai sentita farlo prima.
BRENNAN: In realtà, Micah, stavo avendo una conversazione con la vittima: le pongo delle domande e lei…mi risponde.
MICAH: Le dico una cosa, Doc, non ammetta questa cosa con nessun altro al di fuori di me, va bene?
BRENNAN: Perché?

**************************

BRENNAN: Suona esattamente come la mia voce. Lei è me!
MICAH: Lei non è te. Lei è lei e tu sei tu. Tu sei viva e lei è morta. Ergo. Ipso-facto. Colombo. Oreo.
BRENNAN: Le ultime due parole che hai appena detto sono la capitale dello Sri-Lanka e…un biscotto?
MICAH: Beh, sembrava Latino.

**************************

MICAH: Ehi, sono stato solo a una conferenza sull’argomento, questo non fa di me un esperto!

**************************

BRENNAN: Ma tu parteci ad ogni conferenza che organizza il Jeffersonian?
MICAH: Ovvio che sì! Pensa che abbia scelto questo lavoro per gli orari e l’indennità sanitaria?

**************************

HANNAH: (a Booth e Brennan) Non mi piace quando voi due litigate.

**************************

BOOTH: Bones, perchè la stai prendendo così sul personale? Ti comporti come se fossi tu quella accusata di far uso di droghe!

**************************

PILOTA DI ELICOTTERI: Sarei stato un bene per lei. Avrebbe dovuto darmi una possibilità, darci una possibilità. Voglio dire: vedendo come sono andate le cose, cosa avrebbe avuto da perdere?
BRENNAN: (realizzando) Niente. Non aveva niente da perdere. Lo sapeva. E’ stato il suo rimpianto più grande.

**************************

BRENNAN: Non ho più niente da scoprire dalle prove fisiche.
MICAH: Beh, questo è il problema di essere un empirista.
BRENNAN: Cioè?
MICAH: Che prima o poi le cose da misurare, annusare e contare finiscono.

**************************

MICAH: Con il potere conferitomi dal Jeffersonan Institute, La dichiaro deprivata di sonno. C’è un taxi che La aspetta per portarLa a casa nel Suo letto.
BRENNAN: Hai veramente questo potere?
MICAH: Ho sentito questa conferenza dove questo guru della New Age ha detto che il solo potere che la gente può esercitare su di noi, è il potere che noi gli concediamo di avere.
BRENNAN: Beh, questo è incredibilmente stupido.
MICAH: Concordo. Se mi punti una pistola in faccia, tu hai il potere, che mi piaccia o meno.

**************************

MICAH: Non esiste una cosa come l’obbiettività. Non esiste affatto. Tutti quanti non possiamo che limitarci ad interpretare i segnali che arrivano dall’universo e cercare di dargli un senso.

**************************

BRENNAN: Ho commesso un errore
BOOTH: Nah, ti ho detto come la penso, secondo me hai capito tutto.
BRENNAN: Non tutto. Lei è morta con dei rimpianti.
BOOTH: Andiamo, Bones, tutti quanti abbiamo dei rimpianti.
BRENNAN: L’ho capita, sai? Micah dice che tutto quello che ci arriva dall’universo sono solo messaggi nascosti sotto forma di piccole scariche intermittenti…
BOOTH: Chi è questo Micah?
BRENNANLa guardia notturna, ma partecipa a molti convegni. Ad ogni modo il punto è che…lei non gli ha mai dato un’opportunità.
BOOTH: A Micah?
BRENNAN: No, al pilota di elicotteri. Lui le aveva offerto tutto sè stesso, ma lei non gli ha mai dato una possibilità. (lui la guarda) Ho ricevuto il segnale, Booth. Non voglio avere nessun rimpianto.
BOOTH: Um, sto con qualcuno, Bones. E…Hannah? Lei non è un premio di consolazione. Io la amo. Lo sai che l’ultima cosa che voglio è ferirti, ma questi sono i fatti.
BRENNAN: (in lacrime) Capisco. Ho perso la mia occasione. Tutto il mio mondo si è capovolto. Posso adeguarmi.
BOOTH: Io l’ho fatto.
BRENNAN: Sì, è vero, tu l’hai fatto.
BOOTH: Vuoi che ti chiami qualcuno che stia con te, o… ?
BRENNAN: No, sto bene. Da sola.

**************************

…Tre giorni per capovolgere il mondo…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: