Episodio 608 (6×09) The doctor in the Photo

Quante volte ci siamo chiesti cosa passi nella mente della nostra antropologa preferita? Quante volte abbiamo sorriso di fronte ai suoi apparentemente assurdi “I don’t know what that means”?
Bene, il momento per rispondere a queste domande e fare un metaforico “viaggio” nella testa di Temperance Brennan arriverà con l’episodio 608 (che poi è diventato il 6×09), intitolato “The Doctor in the Photo” (La dottoressa nella fotografia).

Hart Hanson & Co. avevano già accennato all’idea di scrivere un intero episodio affrontato dal punto di vista di Brennan e la cosa ci aveva particolarmente incuriosito, portandoci ad immaginare quali conseguenze avrebbero potuto colpire Temperance se si fosse dovuta trovare ad affrontare un caso la cui vittima sembrava condurre una vita in tutto e per tutto simile alla sua.
Ebbene, le aspettative non ci hanno certo deluso, anzi! Sicuramente le conseguenze di questo splendido episodio saranno a dir poco sorprendenti!

Ma, come al solito, andiamo con ordine. 

Non ci è dato sapere come e dove verrà ritrovato il cadavere (o quel che ne resta), ma entriamo subito nel vivo dell’indagine con l’identificazione della vittima, fatta da una persona che, al momento, ci risulta poco simpatica…

HANNAH
Il suo nome è Dottoressa Eva Shaw. Hodgins ha detto che è scomparsa lo scorso novembre. Ho controllato il LexisNexis (n.d.t.: Banca dati accessibile tramite internet.). 33 anni, donna. Cardiochirurgo al Washington Memorial, scomparsa dal 16 novembre.

Booth gira il computer verso di sé.

BOOTH
La polizia metropolitana ha indagato. Non hanno scoperto niente e il caso si è congelato.
BRENNAN
Come può essere? La donna era un chirurgo.
HANNAH
Single, niente figli… al di fuori dell’ambiente di lavoro non c’era nessuno a cui mancasse.

E già il fatto che queste ultime parole, che ci mostrano i primi accenni di somiglianza della vittima con la nostra Brennan, siano pronunciate da Hannah, un pochino ci irrita, ammettiamolo.

Ma dimentichiamoci della bionda e proseguiamo con il caso o, meglio, con la vita della vittima, che è decisamente molto più interessante.
Booth e Brennan infatti, iniziando le indagini, convocano all’FBI l’ex capo della donna.

BOOTH
Donna impegnata.
DR. ADIT GADH
Eva era il miglior chirurgo cardiotoracico della costa orientale.
BRENNAN
Mi è difficile crederlo.
DR. ADIT GADH
Perché lo dice in quel modo?
BRENNAN
Quando qualcuno così esperto e brillante scompare improvvisamente, le ripercussioni dovrebbero essere catastrofiche.
BOOTH
La Dottoressa Brennan si chiede perché all’infuori di lei – il suo capo – la scomparsa della Dottoressa Shaw è stata così… silenziosa.
DR. ADIT GADH
(farfugliando) Vi mosterò la paura in una manciata di polvere.
BOOTH
Che cos’è? Poesia?
DR. ADIT GADH
Thomas Stearns Eliot. “Vi mosterò la paura in una manciata di polvere”.
Noi in realtà non temiamo la morte, Agente Booth, temiamo che le nostre vite siano prive di senso.
(a Brennan) Ho ragione?
BRENNAN
La Dottoressa Shaw aveva qualche nemico?
DR. ADIT GADH
No. Eva non era una donna passionale. Alcuni medici lamentavano di essere oberati di lavoro e sottovalutati, ma niente fuori dal comune.
BOOTH
Cosa mi dice della sua vita privata?
DR. ADIT GADH
Guardate la sua agenda. Non aveva tempo per una vita privata.

Brennan estrae alcuni CD dal file.

BRENNAN
Scusi, cosa sono questi?
DR. ADIT GADH
Sono i file dei casi della Dottoressa Shaw. Li dettava per la trascrizione. Pensavo che magari se aveste sentito la sua voce…
BRENNAN
Perché? E’ il contenuto che conta, non il tono di voce.
BOOTH

Vita privata? Nessun pettegolezzo? Niente?

Il Dottor Adit Gadh sembra a disagio.

BOOTH
Dottor Gadh, questa è un’indagine di omicidio. Non si tratta di gossip. Sono solo informazioni.

Brennan continua a guardare il file della Dottoressa Eva Shaw.

DR. ADIT GADH
(a malincuore) I Servizi di Elicottero per Trapianti. La persona che sembrava più dispiaciuta per la scomparsa di Eva era il pilota.
BOOTH
Nome?
DR. ADIT GADH
Chris Markham.

Brennan estrae una foto dal file.

BRENNAN
(improvvisamente) Cos’è questa?
DR. ADIT GADH
E’ la fotografia della Dottoressa Shaw.

Brennan lancia occhiate ai due uomini. La guardano a loro volta. Booth è perplesso.

BRENNAN
Questa è la Dottoressa Eva Shaw?
DR. ADIT GADH
Sì. Quella è Eva.
BOOTH
Perché ti sorprende?

Brennan gira la foto di fronte al Dottor Gadh. E’ una foto di Brennan. Appare più severa e meno simpatica della nostra Brennan, le labbra serrate e l’aria infelice, ma è Brennan.

BRENNAN
Non ti è familiare?
BOOTH
Non a me.

Brennan guarda i due uomini, è confusa.

Non abbiamo dubbi a riguardo. E’ tanto confusa che, qualche pagina dopo, la ritroviamo nel suo letto a fissare il soffitto, incapace di prendere sonno, motivo per cui pensa bene di recarsi, in piena notte, al Jeffersonian, nella speranza di trovare qualche risposta a questo caso che le sta dando molti più pensieri del solito. Ed è in questo momento che ci viene introdotto un personaggio davvero particolare e interessante: Micah Leggat, guardia giurata al Jeffersonian, piacente, intelligente e simpatico.

MICAH LEGGAT
Problemi a dormire, Doc?
BRENNAN
Salve, Micah.
MICAH LEGGAT
E’ sveglia perché è intellettualmente invigorita o perché è preoccupata?
BRENNAN
Sono sveglia perché non riesco a dormire. (dopo il suo sguardo) Anche se ho notato che ho problemi ad essere obbiettiva riguardo questo caso.
MICAH LEGGAT
Ho partecipato a una conferenza dove un giovane filosofo diceva che per essere obbiettivi, si deve essere separati dalla mente. Niente è separato dalla mente, ergo: ipso facto, Colombo, Oreo.
BRENNAN
Niente di tutto questo è latino, Micah.
MICAH LEGGAT

Magari, per cambiare un po’, potrebbe provare a risolvere un caso senza essere obbiettiva.
BRENNAN
Questo non accadrà.
MICAH LEGGAT
Ha bisogno di qualcosa?
BRENNAN
Un paio di cuffie.
MICAH LEGGAT
In arrivo, Doc.
BRENNAN
Sa, se non esiste una cosa come l’obbiettività, allora non esiste una cosa come la “misurazione”, il che vuol dire che l’empirismo è privo di significato.
MICAH LEGGAT
Ehi, sono stato solo a una conferenza sull’argomento, questo non fa di me un esperto.

Parte una canzone: “When I Fall” di Lizz Wright. (n.d.t.: della quale consigliamo l’ascolto e la lettura del testo… molto significativa anch’essa.)

Lui si allontana facendo un credibile passo di danza che fa sorridere Brennan per la prima volta dopo un po’ di tempo.

La musica continua e ci troviamo, dopo un attimo, nell’ufficio di Brennan. Ha indosso le cuffie e accende il registratore per ascoltare un CD della Dottoressa Shaw.

DR. EVA SHAW / LA VOCE DI BRENNAN
La paziente è Abigail Anker…

Brennan ferma la registrazione. E’ la sua voce. Scuote la testa e ricomincia.

Diverse pagine dopo, probabilmente il mattino seguente, ci ritroviamo con B&B sul tetto del D.C. Memorial, pronti a incontrare Chris Markham, pilota di elicotteri, trentenne, molto simile a Booth.

CHRIS MARKHAM
Ho immaginato che Eva fosse solo… sapete, andata in Africa o in Iraq o in qualche posto così.
BOOTH
Faceva cose di questo tipo senza dirglielo?
CHRIS MARKHAM
Non credevo. Ma poi l’ho pensato.
BRENNAN
Non poteva chiedere a nessuno dei suoi amici?
CHRIS MARKHAM
Non conoscevo nessuno dei suoi amici. Le uniche volte in cui parlavamo era quando trasportavamo organi insieme. O durante gli occasionali drink dopo il lavoro.
(…)
BRENNAN
Era intimo con la Dottoressa Shaw?
CHRIS MARKHAM
No.
BOOTH
Ma avrebbe voluto?
CHRIS MARKHAM
Sì, avrei voluto. Si nota?
BRENNAN
Riesce a immaginare qualche problema che potesse avere?
CHRIS MARKHAM
No, in realtà no… (poi) Aspettate, il padre di un bambino che doveva subire un trapianto si è presentato a casa sua, una sera tardi. Si chiamava Darcy o Dorsey.
BOOTH
Lei voleva qualcosa di più con Eva Shaw, ma lei l’ha rifiutato?
CHRIS MARKHAM
Sì, l’ha fatto. Ogni volta. (dopo un attimo) Forse aveva ragione. Eravamo poli opposti ma… amico, posso assicurare che ho visto nei suoi occhi che voleva… di più.
BRENNAN
E’ una leggenda quella che le intenzioni e i desideri di una persona possano essere visti negli occhi.
CHRIS MARKHAM
Guardi nei miei occhi. Cosa vede?

Brennan si sorprende per un momento per la loro intensità.

CHRIS MARKHAM
Avrei dovuto provare ad insistere. Forse sarebbe viva oggi. E forse io sarei felice. Ma è andata.
BOOTH
Ok, ok, si calmi. (a Brennan) Andiamo.

Certo, Booth, meglio andare via… questa storia sta diventando parecchio familiare anche te, non è vero?
Le implicazioni di questo caso, non solo per Brennan, ma ora anche per Booth, potrebbero diventare davvero difficili da affrontare.
Ma le stranezze non finiscono qui, infatti nella scena successiva ci ritroviamo nell’ufficio di Brennan, con lei che è nuovamente alle prese con l’ascolto dei CD della vittima.

DR. EVA SHAW/LA VOCE DI BRENNAN
Sam Dworsky è un bambino di otto anni con una grave sindrome ipoplastica del cuore sinistro che si è manifestata con cianosi e tachicardia al Metro Clinic –
BRENNAN
Dworsky. Questo potrebbe essere il paziente a cui si riferiva il pilota.
DR. EVA SHAW / LA VOCE DI BRENNAN
Sì. Ho detto a Chris del padre di Sam.

Brennan non reagisce al fatto che ora sta avendo una folle conversazione con la donna uccisa.

BRENNAN
Il padre di Sam è un sospetto plausibile?
DR. EVA SHAW/LA VOCE DI BRENNAN
I genitori possono essere estremamente irrazionali quando i loro figli stanno morendo.
BRENNAN
Il padre di Sam Dworsky è venuto a casa tua e ti ha spaventata?
DR. EVA SHAW / LA VOCE DI BRENNAN
Sì. Pensava che non stessi facendo abbastanza per salvare suo figlio.

Brennan alza lo sguardo e vede Sweets che la osserva dalla porta del suo ufficio. Spegne il CD e si toglie le cuffie.

Purtroppo non ci è dato sapere quale sia la conversazione che si seguirà tra i due, ma sarà sicuramente interessante scoprire come Sweets reagirà a quest’ultima stranezza di Brennan.

Proseguendo con le indagini, naturalmente, Booth e Brennan vanno a interrogare Mike Dworsky, il padre del bambino, e ci viene descritto nelle side uno di quei momenti tra B&B:

Lui le sorride e vediamo ancora l’uomo che Brennan vede tutte le volte. Il suo cavaliere bianco. Un momento, poi lui si volta verso Dworsky, mostrandogli il suo distintivo.

MIKE DWORSKY
Venne fuori un donatore di cuore. Perfettamente compatibile con il mio bambino. Ma la Dottoressa Shaw disse no.
BRENNAN
Secondo le sue trascrizioni, lui aveva una grave infezione respiratoria causata da un versamento pleurico.
MIKE DWORSKY
Aveva un’influenza. Per questo ha detto “no” ad un nuovo cuore.
BRENNAN
E’ stata una decisione razionale.
MIKE DWORSKY
Beh, glielo concedo, era una donna razionale. Tanto che se avesse improvvisamente deciso, razionalmente, che c’erano troppe persone al mondo avrebbe scatenato una piaga.
BOOTH
Sta dicendo che era una persona fredda?
MIKE DWORSKY
Come l’Antartide. (dopo un attimo) Cosa significa “era”?
BRENNAN
Qualcuno l’ha picchiata a morte.

Brennan afferra una grossa torcia con una lente catarifrangente dal camion e si avvicina a Dworsky con quella.

BRENNAN
Con qualcosa che è esattamente come questa, figlio di puttana!
BOOTH
Whoa, Bones. (dopo un attimo) Non è da te prendere qualcosa che pensi possa essere una prova.

Lui estrae una busta per le prove dalla tasca di lei e la apre.

BRENNAN
Non sono me stessa oggi. Mi dispiace.

E ancora rimandi, questa volta la citazione che riguarda l’Antartide fa eco allo scambio di battute tra Booth e Brennan avvenuto nell’episodio 4×26 “The end in the beginning”:
Bren: Cam dice che tutti pensano che sono fredda come il ghiaccio.
Booth: In realtà tu sei come l’Islanda. Fredda all’esterno ma dentro sei tutta un vulcano.

Tanto per aggiungere un’altra dose di stranezza, non molte pagine dopo, ritroviamo Brennan alle prese con un’altra conversazione folle con la vittima.

Brennan viene sorpresa nel suo ufficio da Micah. Le ha portato una tazza di tè e dei biscotti.

MICAH LEGGAT
Sta riflettendo ad alta voce? Non l’ho mai sentita farlo prima.
BRENNAN
In realtà, Micah, stavo avendo una conversazione con la vittima. Le pongo delle domande e lei mi risponde.
MICAH LEGGAT
Le dico una cosa, Doc, non ammetta questa cosa con nessun altro al di fuori di me, va bene?
BRENNAN
Perché?
MICAH LEGGAT
Penserebbero che è impazzita.
BRENNAN
Tu pensi che sia impazzita?
MICAH LEGGAT
C’è stata questa conferenza su fatto che 3000 anni fa la gente sentiva delle voci nella testa che gli dicevano cosa fare.
BRENNAN
Sì. La mente bicamerale. Messaggi dall’emisfero destro del cervello a quello sinistro, provocati da un’allucinazione uditiva. Come specie siamo evoluti oltre a questo concetto.
MICAH LEGGAT
Ci sono persone che spesso, in periodi di grande stress, dicono di sentire delle voci che gli comunicano cosa fare. “Salta!” “Non camminare in quella via!” Cose così. Come intuizioni.
BRENNAN
Non credo nell’intuito.
MICAH LEGGAT
Forse è per questo che il suo cervello prova a parlare con lei direttamente. Sono stato a un convegno dove un neurochirurgo diceva che capiamo meglio il lato oscuro della luna che i nostri cervelli.
BRENNAN
Vuoi partecipare ad ogni conferenza che organizza il Jeffersonian?
MICAH LEGGAT
Cavolo, certamente. Pensa che abbia scelto questo lavoro per gli orari e l’indennità sanitaria?

Micah, è quasi irrilevante sottolinearlo, sembra avere molto a cuore Brennan: le porta i biscotti, si preoccupa della sua reputazione e sembra darle consigli e punti di vista con l’intento di aprirle la mente. Viene quasi da chiedersi dove sia rimasto nascosto per tutto questo tempo un personaggio, apparentemente, così interessante.

Ma andiamo avanti con le indagini: viene interrogato uno spacciatore di droga, Antony Truxton (detto Rhino), accusato di aver accoltellato la vittima, ma anche il suo alibi sembra reggere e lui afferma di aver solo spintonato Eva, dopo che quest’ultima gli ha fatto storie per aver pagato troppo per la droga che le ha venduto.
Questo aspetto della vittima, in effetti, ci lascia un po’ perplessi, ma purtroppo non abbiamo abbastanza informazioni per capire meglio il perché di questa situazione nella sua vita.

Una decina di pagine dopo ci troviamo di fronte a un’altra conversazione tra Brennan e il pilota di elicotteri innamorato di Eva, Chris Markham. Uno scambio che definire importante sarebbe riduttivo…

CHRIS MARKHAM
Eva voleva essere uccisa?
BRENNAN
E’ possibile che si mettesse in situazioni pericolose di proposito, per disperazione?
CHRIS MARKHAM
Ogni tanto lo faceva. Un paio di volte, stavamo trasportando cuori per i trapianti. Una volta a Baltimora, una a Newark e… non siamo arrivati in tempo. Il bambino morì.
BRENNAN
Questa cosa sconvolse la Dottoressa Shaw?
CHRIS MARKHAM
Non che si potesse notare. Voglio dire, se lo scrollò di dosso, ma entrambe le volte, quando ci ritrovammo ad alta quota, aprì lo sportello e … si sporse fuori, guardandomi.
BRENNAN
Guardandola in che modo?
CHRIS MARKHAM
Come se mi stesse semplicemente sfidando a inclinare l’elicottero e farla cadere fuori.
BRENNAN
Lei cosa fece?
CHRIS MARKHAM
Io feci inclinare dall’altra parte, così da farla ricadere all’interno del velivolo. (dopo un attimo) Sarei stato un bene per lei. Avrebbe dovuto darmi una possibilità. Darci una possibilità. Voglio dire, vedendo come sono andate le cose, cosa avrebbe avuto da perdere?
BRENNAN
(realizzando) Niente. Non aveva niente da perdere. Lo sapeva. E’ stato il suo rimpianto più grande.

Brennan capisce che, per quanto folle sia questa sua affermazione, Markham ne è confortato.

Dicevamo che importante sarebbe riduttivo… perché questa sembra essere, a tutti gli effetti, l’epifania tanto attesa di Brennan. Il punto di svolta, il giro di boa… e chi più ne ha, più ne metta!!! Ebbene sì, in una puntata che ha portato la nostra antropologa a fare a patti con la propria vita e le scelte prese, in cui la ritroviamo alla fine con un’apparente, nuova consapevolezza.
Se avete smesso di saltare dalla gioia e state continuando a leggere, vi riportiamo un’ultima battuta tra Brennan e Micah, nelle poche pagine rimaste a nostra disposizione.

BRENNAN
Che altro hai imparato a questa conferenza?
MICAH LEGGAT
Che non esiste una cosa come l’obbiettività. Non esiste affatto. Interpretiamo tutti solo i segnali che arrivano dall’universo e cerchiamo di dargli un senso.
BRENNAN
Segnali… dall’universo.

E rimuginando su queste parole Brennan sembra avere un’intuizione e recupera un CD di Eva. Lo ascolta e subito dopo inizia a cercare qualcosa in mezzo ai file dei pazienti della vittima.
Forse questi segnali dall’universo le diranno tante altre cose, oltre agli indizi per risolvere il caso che, si rivelerà, il più importante della sua vita. Noi non possiamo far altro che augurarcelo.

Nel frattempo però possiamo sbizzarrirci con le varie speculazioni e interpretazioni che fornisce questo episodio e che, di già, abbondano sul nostro forum.
Una domanda che viene spontaneo porsi è:
Se Brennan avrà questa epifania, come la gestirà?
Rivelerà il suo rimpianto a Booth oppure lo terrà per sé rispettando la presenza di Hannah che (purtroppo) è ancora nella sua vita?
E Booth che ruolo avrà in questa puntata?
Dagli spoiler che erano usciti (come pure dalle sides), Seeley comprenderà il disagio in Brennan senza, forse, cogliere tutti i rimandi del caso alla vita dell’antropologa.
Eva era il miglior chirurgo cardiotoracico del suo tempo… di certo non è un caso che, l’alter ego di Brennan, “ridesse/aggiustasse” il cuore alle persone.
I dialoghi tra la vittima e Brennan, le loro scelte di vita, questi riflessi che pare non cogliere nessuno all’infuori di lei… sembra tutto molto inverosimile e irrazionale. E, in aggiunta, vi riportiamo anche un interessante interpretazione sollevata da una utente del forum, dr.fran, riguardo a Micah, la guardia del Jeffersonian:

Micah è un profeta minore, contemporaneo di Isaia ma meno famoso. Pure essendo definito ‘minore’ in realtà è colui che ha annunciato la venuta del Messia e non solo, ha anche predetto che Egli non sarebbe nato nella grande Gerusalemme, ma nell’insignificante Betlemme. Per non parlare del fatto che profetizzò la distruzione del tempio di Gerusalemme…

Ora, magari mi sbaglio, ma secondo me non è un caso che si chiami in questo modo! Visto anche il ‘ruolo’ determinante che questo guardiano notturno sembra svolgere nell’arco della puntata, mi ricorda tanto quello del grillo parlante (o se vogliamo rimanere in ambito biblico, dell’angelo custode).”

Insomma, come vedete, c’è tanto da analizzare, speculare, discutere, riguardo questo episodio che, già sin d’ora, sembra sarà davvero spettacolare.
Quindi fatevi sotto e diteci la vostra!

A cura di: Chemistry

9 Commenti

  1. Elena

    Penso che il finale di questo episodio sarà MOOOOOLTO interessante!

    Replica
  2. Anna Maria

    mi rifiuto di illudermi perchè sono certa di restare delusa, sarò pessimista ma questa cosa finirà con belle riflessioni sul passato e amen, mancano ancora troppi episodi alla fine della serie e Hannah è ancora lì…purtroppo!

    Replica
  3. simona

    Concordo, questo Micah è un soggetto molto interessante
    Credo di sapere cosa farà Brennan:se anche capisse di aver sbagliato tutto con Booth non si può pretendere che glielo vada a dire!!

    Replica
  4. Sara

    Infatti….la Brennan è troppo orgogliosa….non so se ammetterà mai di avere toppato con Booth

    Replica
  5. molly

    Sì, BONES in questa puntata comincia a realizzare di aver sbagliato rifiutando l’amore Booth,ma anche che la sua vita debba prendere una strada completamente diversa,che vada da Booth a dirgli le sue conclusioni,ho qualche dubbio…specialmente con hannah ANCORA IN GIRO…
    Vincera’ l’orgoglio,l’onesta’ nel non volere “rovinare” la relazione di Booth,x me l’importante e’ che Bones in questa puntata realizzi che e’ ora di dare una svolta alla propria vita,che anche lei puo’ amare ed essere amata,come evolvera’ da adesso in poi la “situazione”con Booth non ne ho la piu’pallida idea,aggiungo che dovra’ essere il nostro agente a troncare la relazione con Hanna,quando si rendera’ conto che e’ ancora innamorato di Bren e che lei e’ pronta ad amarlo ed avere una relazione seria,stabile,duratura con lui!!
    Concludo nel ribadire,ma sta HANNA QUANDO SLOGGIA??son gia’ 4 puntate che subiamo la sua presenza!!! (uffaaaaa)

    Replica
  6. donata69

    già e poi questa è l’ottava puntata ed è ancora qua………uffa…….ma non se ne va più?

    Replica
  7. simona

    Sì Molly, anch’io penso che sarà Booth a lasciare Hannan, (malgrado l’improvvisa “evoluzione” di Brennan)non vedo l’ora che se ne vada!!…..e speriamo che Brennan sia pronta stavolta!

    Replica
  8. Patty

    caspita che puntata! arriverà sicuramente dopo lo hiatus! cavolo nooooo la attendo con ansia! bones che realizza e capisce finalmente le cose!!!

    Replica
  9. Anna Maria

    non è detto che Bones capisca le cose per il verso giusto magari le interpreta con la sua logica scientifica, le mette sotto il microscopio e le seziona…quando mai si è lasciata andare??? adesso c’è Hannah e Booth dice di essere felice non ce la vedo a mettersi in mezzo a meno che non veda che Booth soffre o che Hannah lo tradisca in qualche modo…

    Replica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: